Condividi
Prima Prova Maturità 2020: data, tutto su tracce e autori
Condividi su

Prima Prova Maturità 2020: data, tutto su tracce e autori

Di Chiara Greco
pubblicato il 19 luglio

Maturità Prima Prova 2020: scopri la guida completa all’esame d’italiano, le tipologie di traccia, come svolgere i temi, gli autori dell’analisi del testo e tutte le informazioni utili su voto e correzione.

Prima Prova Maturità 2020: data, tutto su tracce e autori

Prima Prova 2020: guida completa a tracce, autori e svolgimenti per la Maturità

Chiuso un capitolo se ne apre uno nuovo, è così che funziona il sistema degli Esami di Stato. Abbiamo appena concluso la Maturità 2019 che si inizia subito a preparare la prossima, la Maturità 2020. Per la fortuna dei prossimi maturandi, questo esame sarà nettamente più facile, visto che si conosce già la struttura della Prima Prova 2020, con tutte le novità sulle tracce e tipologie. Qui troverete tutte le informazioni riguardanti la data della prova d’italiano, i temi e gli autori che potrebbero uscire e gli svolgimenti.

Sono uscite le date di Prima e Seconda Prova! Trovi il calendario completo qui:

prima prova maturità 2020

Prima Prova italiano 2020: la data

Il Miur ha comunicato le date ufficiali della Maturità 2020, con un apposito decreto. Vi possiamo confermare, quindi, che non cambia niente rispetto allo scorso anno: la data della Prima Prova 2020 è mercoledì 17 giugno 2020 (come sempre dalle ore 8:30).

Durata Prima Prova 2020: cosa sapere e quanto tempo hai a disposizione

La cosa che preme di più agli studenti che andranno ad affrontare la Maturità 2020 è la durata della prova: quanto tempo avrete a disposizione per scegliere la traccia, svolgere il tema e ricopiarlo? Su questo punto, nulla è cambiato: avrete a disposizione 6 ore complessive per svolgere il vostro lavoro in tutta tranquillità. Vi ricordiamo che per le prime 3 ore avete l’obbligo di rimanere in classe, poi siete autorizzati a consegnare il vostro materiale ed uscire.

Cosa portare in Prima Prova 2020

Una cosa importante da tenere a mente sono i documenti e i materiali da avere con voi il giorno della Maturità 2020, onde evitare problemi con la commissione e qualche penalizzazione sul risultato finale. Ecco cosa mettere nello zaino il giorno della Prima Prova:

  • Carta d’identità: da portare a tutti gli scritti, serve nella fase di registrazione dei candidati.
  • Dizionario di italiano: è il vostro unico e più grande alleato durante la Prima Prova di Maturità 2020. Potete infatti usarlo per trovare dei sinonimi, per controllare il significato di alcuni termini e come si scrivono alcune parole, evitando così tragici errori di ortografia che abbasserebbero il voto del vostro esame di italiano.
  • Penna (nera o blu): vi servirà per scrivere i vostri temi di Prima Prova 2020 o risposte alle domande dell’analisi del testo. Vi consigliamo di portarne almeno due nel caso in cui una si scarichi o un vostro compagno, in preda all’ansia per la Maturità, se ne sia dimenticato.
  • Matita: è sempre meglio averla con sé anche il giorno della Prima Prova dell’esame di Maturità 2020, ma ricordatevi che le scritte a matita sui fogli dell’esame di italiano non sono valide!

Tototema Prima Prova Maturità 2020: le tracce possibili

Fino al giorno di Prima Prova di Maturità 2020 non sapremo quali sono le tracce scelte dal Miur, ma in base alle ricorrenze, gli anniversari storici e i temi di attualità più caldi possiamo provare a fare qualche supposizione:

Tracce Prima Prova Maturità 2020: guida alle tipologie

Dopo la riforma di quest’anno scolastico appena concluso, è ormai ufficiale che la Prima Prova 2020 sarà sulla stessa linea. Le tracce saranno sempre 7, divise per tre tipologie diverse:

  • Tipologia A: analisi del testo (2 autori, 2 tracce);
  • Tipologia B: testo argomentativo (3 tracce);
  • Tipologia C: tema d’attualità (2 tracce).

Analisi del Testo Maturità 2020: come funziona e guida per la Prima Prova 2020

L’analisi del testo è la prima tipologia di traccia di Prima Prova 2020 (Tipologia A), dopo le novità della riforma del Miur per la Maturità 2019, la struttura della prova è basata su due autori (tendenzialmente uno di prosa e uno di poesia) tra cui scegliere di fare l’analisi con le domande e la produzione. Ecco i consigli per svolgere l’analisi del testo correttamente:

  • leggete entrambe le opzioni e scegliete quella su cui siete più sicuri, quella di cui conoscete l’autore e siete certi di poter rispondere correttamente alle domande;
  • rispondete alle domande in maniera precisa, senza divagare troppo (o, peggio, inventare). Cercate di rimanere su un piano oggettivo, senza improvvisare considerazioni personali.

Testo Argomentativo Maturità 2020: guida allo svolgimento

La seconda tipologia (o tipologia B) di Prima Prova 2020 è il testo argomentativo, che in qualche modo ricorda a grandi linee il buon vecchio saggio breve. In questo caso vi verranno sottoposte 3 tracce riguardanti l’ambito artistico, letterario, filosofico, scientifico, storico, sociale, economico e tecnologico, di cui avrete un estratto per iniziare la vostra argomentazione. Ecco cosa fare se decidete di svolgere questo tema:

  • leggete bene la traccia e individuate lo scopo del testo: che cosa si deve argomentare e cosa chiede il testo della traccia?
  • successivamente leggete con attenzione il testo, sottolineando i passaggi utili per sostenere le vostre argomentazioni;
  • inquadrate bene la tesi e l’antitesi del testo, argomentando in maniera puntuale entrambe. Ricordatevi poi di trarre le conclusioni a sostegno della vostra tesi.

Qui trovate le tracce della Maturità 2019:

Tema di Attualità Maturità 2020: svolgimento e tracce

La tipologia C di Prima Prova 2020 è il tema d’attualità, molto simile al tema di carattere generale. In questo caso vi verranno sottoposte 2 tracce tra cui scegliere riguardanti temi di particolare interesse attuale e dovrete svolgere un tema che esponga l’argomento in maniera chiara e lineare. Questi sono i consigli per un corretto svolgimento:

  • prima d’iniziare a scrivere fate una scaletta individuando l’inizio, lo svolgimento e la conclusione;
  • tutto ciò che sapete di quell’argomento è valido e va inserito nel testo, così da far capire ai docenti di avere buona padronanza del discorso;
  • inquadrate gli obiettivi della traccia così evitate di andare fuori traccia, ritrovandovi in un mare di discorsi aperti che non conducono ad alcuna soluzione.

Ecco le tracce scelte per la Maturità 2019:

Punteggio Prima Prova 2020: quanto valgono le prove e come calcolarlo

Dopo la riforma della Maturità 2020 il voto della Maturità rimane sempre calcolato in centesimi ma cambia il peso delle diverse parti di cui è costituito il voto:

  • crediti formativi: 40 punti;
  • prove scritte: 20 punti ciascuna;
  • prova orale: 20 punti.

Griglie di Valutazione Prima Prova Maturità 2020

La commissione ha a disposizione una griglia di valutazione che permette un’adeguata assegnazione del punteggio, in base agli obbiettivi raggiunti dall’alunno. Le griglie di valutazione servono per capire quali sono gli aspetti più importanti di cui tiene conto la commissione quando corregge le prove, quindi è importante darci un’occhiata per capire cosa conta quando svolgete una parte dell’esame. Quella della Maturità 2020 uscirà poco prima dell’inizio degli esami, ma nel frattempo date un’occhiata a quella della scorsa Maturità:

(Credits Immagini: Pixabay)

Chiara Greco
Abitante del mondo in tutte le sue forme e i suoi colori. Sono una studentessa, si spera, alla fine del suo percorso universitario in mediazione linguistica e culturale. Il mio hobby principale è cercare di rendere i miei sogni una realtà concreta, per questo ho deciso di buttarmi in questa avventura come scrittrice (ancora alle prime armi e che ha ancora tanto da imparare). Il filo delle mie passioni traccia trame e disegni impensabili e senza confini: scrittura, lettura, cucina, cinema, musica, scienza, fisica, viaggi
Leggi altri articoli in Prima Prova Maturità Maturità