Condividi
Materie Seconda prova Maturità 2019 Istituto Professionale Alberghiero: quali sono?
Condividi su

Materie Seconda prova Maturità 2019 Istituto Professionale Alberghiero: quali sono?

Di Alessio Cappuccio
pubblicato il 09 gennaio

Maturità 2019: studenti dell’Istituto Alberghiero? I vostri incubi sulla seconda prova sono finiti: ecco tutto quello che dovreste sapere per arrivare preparati alla seconda prova

Materie Seconda prova Maturità 2019 Istituto Professionale Alberghiero: quali sono?

Maturità 2019 Seconda Prova Alberghiero: le materie e le tracce 

I maturandi che quest’anno affronteranno la nuova Maturità stanno già iniziando a tremare all’idea. Con la Riforma dell’Esame di Stato 2019 cambia tutto, soprattutto la Seconda Prova e le materie che potrebbero essere oggetto d’esame. Quali sono quindi le nuove modalità e le novità introdotte dalla riforma attuata dal Miur? Potrebbe veramente capitare una Seconda Prova Multidisciplinare per l’Istituto Alberghiero? Purtroppo sì. È normale essere preoccupati, ma non lasciatevi prendere dal panico: nonostante lo scossone uscire indenni dalla Maturità è tutt’altro che impossibile. Il primo passo è allora leggere tutte le informazioni che qui a ScuolaZoo abbiamo raccolto sulla Seconda Prova di Maturità 2019 dell’Alberghiero e sull’eventualità di un test multidisciplinare, in modo da arrivare preparati al fatidico appuntamento.

Il comunicato del Miur sulla Seconda Prova 2019 è uscito! Ecco le indicazioni della riforma su tracce e svolgimento dell’esame e cosa succede alla regola dell’alternanza delle materie:

Seconda prova Maturità 2019 Istituto Professionale Alberghiero come cambiano tracce e materie

Foto: Pixabay

Seconda Prova Alberghiero Maturità 2019: materie d’indirizzo

Secondo le informazioni ufficiali diffuse dal Ministero attraverso la sua guida ufficiale agli Esami di Stato, che può essere consultata sul sito ufficiale, l’Istituto Professionale Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera vi sono svariate materie caratterizzanti, a seconda delle quattro opzioni disponibili, quindi l’opzione della prova multidisciplinare non è poi così remota.

Ecco tutte le materie divise per indirizzi:

Articolazione Servizi di sala e vendita

  • Scienza e cultura dell’alimentazione
  • Laboratorio di servizi enogastronomici – Settore sala e vendita

Articolazione Accoglienza turistica

  • Diritto e tecniche amministrative della struttura ricettiva
  • Laboratorio di servizi di accoglienza turistica
  • Lingua inglese
  • Seconda lingua straniera

Articolazione Enogastronomia

  • Scienza e cultura dell’alimentazione
  • Laboratorio di servizi enogastronomici – Settore cucina

Articolazione Enogastronomia – Opzione Prodotti dolciari artigianali e industriali

  • Scienza e cultura dell’alimentazione, analisi e controlli microbiologici dei prodotti alimentari
  • Laboratorio di servizi enogastronomici – Settore pasticceria
  • Tecniche di organizzazione e gestione dei processi produttivi

Materie Seconda Prova 2019 Alberghiero: quali e quante il Miur può scegliere

La tragica novità della Seconda Prova è l’introduzione della prova multidisciplinare o mista. Ormai lo abbiamo quasi accettato e l’ipotesi che il secondo scritto di Maturità 2019 possa puntare su più di una materia caratterizzante e non su una sola si fa largo nella nostra mente. Questo significa che, il Miur potrebbe scegliere tra una delle seguenti combinazioni:

Indrizzo Scienza e Cultura dell’alimentazione, analisi e controlli microbiologici dei prodotti alimentari

  • Alimentazione e nutrizione: conoscenze fondamentali: i nutrienti, Le materie prime e i prodotti dolciari e da forno. Le tecniche di base del controllo microbiologico delle materie prime e dei prodotti finiti del settore dolciario. Il cliente e le sue esigenze. Le allergie, le intolleranze alimentari e le malattie correlate al consumo dei prodotti dolciari e da forno. Predisposizione dei prodotti dolciari e da forno in base alle specifiche esigenze dietologiche del cliente. La promozione di uno stile di vita equilibrato.
  • Sicurezza, tracciabilità e certificazione: La normativa igienico-sanitaria: il piano di autocontrollo e il sistema HACCP. I fattori di rischio per la contaminazione chimica, biologica e fisica dei prodotti dolciari e le strategie di prevenzione. La qualità totale degli alimenti, in particolare dei prodotti dolciari.
  • La promozione del “Made in Italy” e la valorizzazione del territorio: La valorizzazione, dal punto di vista nutrizionale, delle tipicità e delle tradizioni enogastronomiche e dolciarie del territorio. La tutela dei prodotti agro-alimentari attraverso la difesa dalle frodi. Le principali novità tecnologiche utilizzate per il miglioramento del settore di riferimento e per il controllo della filiera.

Indirizzo Laboratorio di Servizi Enogastronomici – Settore Pasticceria

  • I prodotti dolciari e da forno: dal processo al prodotto: Le materie prime dei prodotti dolciari e da forno.
    Il controllo dei prodotti dolciari sotto il profilo organolettico, igienico, nutrizionale e gastronomico. Le caratteristiche della strumentazione di laboratorio di pasticceria e il suo utilizzo in sicurezza.
  • La produzione dolciaria: il profilo nutrizionale del cliente e le sue esigenze: Le allergie, le intolleranze alimentari e le malattie correlate al consumo dei prodotti dolciari e da forno. La realizzazione di prodotti dolciari rispondenti alle esigenze della clientela con intolleranze, allergie alimentari e/o specifiche esigenze dietetiche.
  • Il sistema della qualità: sicurezza, tracciabilità e certificazione: La normativa igienico-sanitaria, il piano di autocontrollo e il sistema HACCP. La “qualità totale”: i parametri della qualità dei prodotti dolciari artigianali e industriali.
  • La valorizzazione del territorio e la promozione del “Made in Italy”: La promozione dei prodotti del territorio. La pasticceria regionale tra valorizzazione e innovazione.
  • La produzione dolciaria artigianale e la valorizzazione sensoriale: Le tecniche di decorazione del prodotto dolciario: L’innovazione della produzione dolciaria: l’evoluzione del gusto e delle tipologie della pasticceria.

Indirizzo Tecniche di Organizzazione e gestione dei processi produttivi

  • Gestione dei macchinari e degli impianti di produzione del settore dolciario e da forno: Tipologie, struttura e caratteristiche di funzionamento delle macchine per la produzione dolciaria artigianale e per l’industria del cioccolato. Illustrazione delle caratteristiche tecnico – operative delle macchine utilizzate con schemi e disegni
  • La normativa vigente in materia di sicurezza e qualità: I fondamenti della normativa in materia di sicurezza e qualità. Le situazioni di rischio nella gestione del Laboratorio di pasticceria: saperle riconoscere, valutare e prevenire.
  • Gestione e ottimizzazione dei processi produttivi: Le nozioni di base dei sistemi di automazione: i principali componenti e le logiche. Le strategie di pianificazione e progettazione della produzione di beni e servizi.

Articolazione: enogastronomia, indirizzo scienze e cultura dell’alimentazione

  • Conoscenze fondamentali di alimentazione e nutrizione: I nutrienti. Le materie prime e i prodotti alimentari.
    I nuovi prodotti alimentari. La “qualità totale” dell’alimento.
  • Il cliente e le sue esigenze: dalle condizioni fisiologiche alle principali patologie: La predisposizione di menù. Le allergie, le intolleranze alimentari e le malattie correlate all’alimentazione. La promozione di uno stile di vita equilibrato.
  • Tutela e sicurezza del cliente: I pericoli chimico-fisici e biologici nella filiera alimentare e la loro prevenzione. La normativa igienico-sanitaria del settore. Applicazione del piano di autocontrollo e del sistema HACCP. Le certificazioni di qualità.
  • Promozione del “Made in Italy” e valorizzazione del territorio: La valorizzazione, dal punto di vista nutrizionale, delle tipicità e delle tradizioni enogastronomiche del territorio. La sostenibilità ambientale nella filiera agro – alimentare. La tutela dei prodotti “Made in Italy” attraverso la difesa dalle frodi.

Indirizzo Laboratorio Servizi Enogastronomici – Settore cucina

  • Tecniche di lavorazione e strumenti gestionali nella realizzazione di prodotti e servizi enogastronomici: Conoscenza e utilizzazione della strumentazione, anche innovativa, del Laboratorio di Cucina. Le tecniche di gestione e organizzazione del servizio di catering e di banqueting. La simulazione di eventi enogastronomici.
  • Il sistema della qualità: sicurezza, tracciabilità e certificazione La normativa igienico – sanitaria del settore. Elaborazione e applicazione di un piano HACCP. La “Qualità totale”: controllare gli alimenti e le bevande sotto il profilo organolettico, merceologico e gastronomico. I prodotti a marchio e i modelli di certificazione
  • Il cliente e le sue esigenze: ottimizzare la qualità del servizio. La predisposizione di menu coerenti con il contesto e le esigenze della clientela. La realizzazione di piatti funzionali alle esigenze della clientela con allergie e/o intolleranze alimentari. Le specificità della ristorazione collettiva e commerciale, con attenzione alle nuove tendenze dei settori. I processi innovativi nella filiera d’interesse e le indicazioni dell’eco-sostenibilità.
  • La valorizzazione del territorio e la promozione del “Made in Italy”: La conoscenza e la valorizzazione dei prodotti tipici regionali e nazionali, anche attraverso la realizzazione di piatti. I processi innovativi della tradizione gastronomica attraverso nuove materie prime e/o nuove tecnologie di cottura e conservazione. L’elaborazione di percorsi enogastronomico – turistici, in collaborazione con le figure professionali dei settori e i soggetti pubblici e privati presenti sul territorio.

Indirizzo Servizi per enogastronomia e ospitalità alberghiera, articolazione accoglienza turistica diritto e tecniche amministrative

  • Il fenomeno del turismo: le nuove tendenze e dinamiche di sviluppo
  • L’accoglienza turistico–alberghiera e l’ospitalità: dai prodotti ai servizi. La cultura imprenditoriale.  L’innovazione tecnologica: dal marketing al web-marketing.
  • L’impresa turistico–alberghiera: la gestione economico – finanziaria
  • L’organizzazione dei servizi di accoglienza e ospitalità alberghiera con attenzione ad alcune tecniche e strumenti
  •  La “customer satisfaction”: qualità, sicurezza e certificazione
  • La valorizzazione del territorio tra turismo integrato e turismo sostenibile

Indirizzo Laboratorio di Servizi di accoglienza turistica

  • Il fenomeno del turismo: le nuove tendenze e le dinamiche di sviluppo
  • L’accoglienza turistico–alberghiera e l’ospitalità: le tecniche di promozione, vendita, commercializzazione, assistenza, informazione e intermediazione turistico – alberghiera.
  • Sovrintendere all’organizzazione dell’accoglienza e ospitalità e alla vendita dei servizi turistici
  • La “customer satisfaction”: qualità, sicurezza, certificazione
  • La valorizzazione del territorio tra turismo integrato e turismo sostenibile

Articolazione Servizi di Sala e di Vendita, indirizzo Scienze e cultura dell’alimentazione

  • Conoscenze fondamentali di alimentazione e nutrizione
  • Il cliente e le sue esigenze: dalle condizioni fisiologiche alle principali patologie
  • Tutela e sicurezza del cliente
  • Promozione del “made in Italy” e valorizzazione del territorio

Indirizzo Laboratorio di servizi enogastronomici, settore sala e vendita

  • Attrezzature e tecniche di lavorazione e di gestione nella realizzazione di prodotti e servizi enogastronomici, con particolare attenzione al settore enologico e alle bevande
  • Il sistema della qualità: sicurezza, tracciabilità e certificazione. La normativa igienico-sanitaria: saper applicare il piano di autocontrollo e il sistema HACCP. La “Qualità totale”: controllare gli alimenti e le bevande sotto il profilo organolettico, merceologico, nutrizionale e gastronomico.
  •  Il cliente e le sue esigenze: Le allergie e le intolleranze alimentari: predisporre menu coerenti con le specifiche esigenze dietologiche del cliente. La simulazione di menu e carte nell’organizzazione di eventi professionali, culturali e gastronomici.
  • Ottimizzare il servizio per valorizzare il territorio e promuovere il “made in Italy”
  • Gestione, vendita e commercializzazione: La gestione dell’offerta per le diverse tipologie di bar, anche con nuove proposte dicocktail. L’utilizzazione di tecniche di presentazione e di commercializzazione dei prodotti
    enogastronomici, con particolare attenzione al settore delle bevande. L’utilizzazione di tecniche di approvvigionamento per abbattere i costi di magazzini e cantine.

Materie Seconda Prova Maturità 2019: quando escono

A oggi ancora non conosciamo la data esatta scelta dal Miur per pubblicare online le materie di Seconda Prova di Maturità 2019. Però sappiamo già che l’annuncio attesissimo è previsto per il mese di gennaio e ormai ci siamo dunque. Noi di ScuolaZoo vi aggiorneremo non appena usciranno!

Alessio Cappuccio
Cosa faccio nella vita? In pratica scrivo e ogni tanto faccio video e fotografie. Appassionatissimo di cinema, ritorno a scrivere di scuola e università dopo aver sperato di aver detto addio per sempre allo studio con la laurea. Nella vita, però, mai dire mai!
Leggi altri articoli in Maturità