Condividi
Maturità 2018 Terza Prova: perché c’è chi conosce già le materie?
Condividi su

Maturità 2018 Terza Prova: perché c’è chi conosce già le materie?

Di Chiara Greco
pubblicato il 24 giugno

Perché alcuni studenti conoscono in anticipo le materie di Terza Prova? Ecco tutte le risposte, i motivi e come fare a sapere in anticipo quali sono!

Maturità 2018 Terza Prova: perché c’è chi conosce già le materie?

Terza Prova Maturità 2018: c’è chi conosce già le materie?

Dopo aver affrontato le tanto temute Prima Prova e Seconda Prova, la Maturità 2018 sta per finire con la Terza Prova, che si terrà lunedì 25 giugno in tutte le scuole. Ogni istituto avrà una prova diversa con materie scelte dal consiglio di classe e le domande saranno preparate dai commissari di maturità. Ciò significa che gli studenti non sono ancora a conoscenza dei contenuti della prova e non dovrebbero sapere niente fino al giorno in cui si dovrà svolgere. Perché alcuni studenti, però, dicono di conoscere già le materie e altri addirittura saprebbero gli argomenti su cui saranno le domande? Ecco la spiegazione!

Non perdete anche:

 

Materie Terza Prova 2018: perché gli studenti conoscono in anticipo le materie?

Di norma, la Terza Prova dovrebbe rimanere segreta fino a lunedì 25, così com’è accaduto per la Prima Prova e per la Seconda Prova. Alcuni studenti però hanno la fortuna di sapere già quali sono le materie su cui si troveranno le domande nel compito. Perchè? I motivi possono essere tanti:

  1. I professori hanno reso note le scelte delle materie dopo il consiglio di classe;
  2. La commissione ha deciso di rivelare durante le prove scritte quali saranno le materie scelte;
  3. Alcuni commissari interni, senza sbandierare troppo la notizia al vento, hanno dato qualche dritta agli studenti così da permettere una buona preparazione.

Maturità 2018 Terza Prova: è giusto sapere in anticipo le materie?

Sicuramente per quanto prevede la normativa non sarebbe corretto rivelare agli studenti le materie oggetto di Terza Prova. In realtà alcuni professori, anche esterni, cercano di aiutare gli studenti così da non compromettere completamente la prova. Alcuni decidono di dare semplicemente delle dritte, così da non rivelare troppo, altri professori invece arrivano a rivelare proprio le materie scelte, se non addirittura gli argomenti su cui hanno preparato le domande. Di certo questo non è giustissimo nei confronti dei ragazzi che non hanno avuto alcun aiuto da parte della commissione, ma non se ne può fare un dramma perché la Terza Prova è fuori dalle competenze del Miur: le domande, le materie e i contenuti sono scelti solo dalla commissione e tutto ciò che la riguarda è regolamentato da commissione in commissione. Ovviamente tentar non nuoce: provate a chiedere a qualche professore di fiducia di darvi qualche suggerimento così da non dover impazzire tutto il weekend a studiare una marea di argomenti!

Maturità 2018: tutto sulla Prima Prova e Seconda Prova

Volete sapere lo svolgimento delle tracce d’italiano o i risultati e le tracce svolte di Seconda Prova? Qui trovate tutto:

(Credits Immagini Pixabay)

Chiara Greco
Abitante del mondo in tutte le sue forme e i suoi colori. Sono una studentessa, si spera, alla fine del suo percorso universitario in mediazione linguistica e culturale. Il mio hobby principale è cercare di rendere i miei sogni una realtà concreta, per questo ho deciso di buttarmi in questa avventura come scrittrice (ancora alle prime armi e che ha ancora tanto da imparare). Il filo delle mie passioni traccia trame e disegni impensabili e senza confini: scrittura, lettura, cucina, cinema, musica, scienza, fisica, viaggi
Leggi altri articoli in Terza Prova Maturità Maturità