Condividi
Cos’è l’università per geometri e dove studiare
Condividi su

Cos’è l’università per geometri e dove studiare

Di Alessio Cappuccio
pubblicato il 14 novembre

Cosa fare dopo il diploma conseguito al CAT? Tra il ventaglio di possibilità che si presentano ai diplomati vi è quella di continuare il percorso di studi, iscrivendosi a un corso universitario.

Cos’è l’università per geometri e dove studiare

Le nuove sfide di un mondo del lavoro sempre più complesso e specializzato fanno sì che vi sia bisogno di un impegno ancora maggiore nel campo dell’istruzione e della formazione. Il Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati, in accordo con il MIUR, ha per questo elaborato un nuovo modello didattico-formativo, capace di garantire maggiori competenze e competitività alla figura del geometra. Ecco allora una prima buona ragione per continuare gli studi: potrete vantare più capacità professionali e quindi maggiori possibilità professionali, in parole povere sarete un passo avanti ai vostri colleghi. Dopo il diploma al CAT, inoltre, lo vogliamo ricordare, è possibile sostenere l’esame di Stato per la libera professione, senza l’obbligo del periodo di tirocinio, scegliendo di proseguire la formazione.

laurea-geometri

Università per diventare geometri: che cosa e dove studiare

Vari i titoli di Laurea che danno la possibilità di diventare geometri, tra cui:

I Diplomi universitari in:

  • Edilizia;
  • Ingegneria;
  • Sistemi informativi territoriali.

Le Lauree triennali in:

  • Scienze dell’architettura;
  • Scienze e tecniche dell’edilizia;
  • Scienze della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale;
  • Ingegneria civile e ambientale.

Università per geometri: quali corsi e dove frequentarli

I primi Atenei ad aver sperimentato l’attivazione di un percorso di Laurea breve sono stati i poli di Siena, Rimini e Lodi grazie alle collaborazioni tra CAT e Università, cui se ne sono aggiunti numerosi altri. Ecco alcune delle Università in cui poter frequentare corsi di Laurea professionalizzanti:

  • Università degli Studi di Padova
  • Università degli Studi di Udine
  • Politecnico di Bari
  • Politecnico delle Marche
  • Università degli Studi della Campania “L. Vanvitelli”
  • Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale
  • Università degli Studi di Brescia
  • Università degli Studi di Cagliari
  • Università degli Studi di Foggia
  • Università degli Studi di Palermo
  • Università degli Studi di Trento
  • Università Sapienza di Roma

La laurea per geometri è obbligatoria?

È importante ricordare che, in un futuro prossimo, la Laurea triennale diverrà obbligatoria e abilitante per esercitare la professione di geometra. È infatti al vaglio un disegno di legge che si muove in tale direzione e che di fatto rivoluziona l’accesso alla libera professione di geometra, per fare sì che la normativa italiana si adegui a quella europea.

Conoscenze, abilità e competenze sono i tre elementi all’interno dei quali si costruisce la formazione per geometri, che pone sempre più attenzione a tematiche relative all’ambiente, all’innovazione e al territorio.

Si tratta poi di una garanzia per il futuro lavorativo, come ha sottolineato in maniera chiara e significativa il Magnifico Rettore UNIMORE, il prof. Angelo O. Andrisano: «Per la prima volta nella sua storia il Geometra entra nel mondo accademico dalla porta principale, con profilo ed esami calibrati per questa figura professionale e un percorso di studi che ne incrementano le conoscenze e le capacità. Ciò avrà immediate e positive ricadute sia nella propria attività lavorativa, sia nel campo della ricerca. Il corso di laurea per la sua unicità costituisce una grande occasione di svolta per gettare le basi della professione di domani».

Leggi anche:

(Foto Credits: Pixabay)

Alessio Cappuccio
Cosa faccio nella vita? In pratica scrivo e ogni tanto faccio video e fotografie. Appassionatissimo di cinema, ritorno a scrivere di scuola e università dopo aver sperato di aver detto addio per sempre allo studio con la laurea. Nella vita, però, mai dire mai!
Leggi altri articoli in Orientamento Scolastico Orientamento