Condividi
Maturità 2019 commissari esterni: con il documento del 15 maggio sanno tutto su di voi
Condividi su

Maturità 2019 commissari esterni: con il documento del 15 maggio sanno tutto su di voi

Di Chiara Greco
pubblicato il 15 maggio

Documento del 15 maggio Maturità 2019: lo sapevate che i commissari esterni sapranno tutto di voi? Scopri i dettagli con ScuolaZoo!

Maturità 2019 commissari esterni: con il documento del 15 maggio sanno tutto su di voi

Maturità 2019: documento del 15 maggio e cosa sanno i commissari esterni

Domani uscirà il documento del 15 maggio, che in qualche modo dà il via al periodo più intenso per la preparazione della Maturità 2019. Questo documento contiene tutte le informazioni sulle classi che serviranno ai commissari esterni per preparare i materiali delle buste per l’orale fino a tutti i programmi con gli argomenti trattati in classe. In altre parole, dopo il 15 maggio la commissione esterna saprà tutto su di voi e sul vostro percorso scolastico. Noi di ScuolaZoo vi spiegheremo in poche parole che cosa contiene il documento e perché è utile per i commissari esterni in vista delle prove scritte e dell’orale di Maturità 2019.

Non perdere anche:

maturità 2019 documento 15 maggio

Documento 15 maggio, Maturità 2019: perché serve alla commissione?

Come tutti ormai sappiamo, la commissione di Maturità è composta da professori interni e esterni. Se i primi sanno tutto ciò che riguarda la vostra classe, i secondi si ritrovano per la prima volta di fronte a degli studenti di cui sanno ben poco, se non quello che viene riferito dai vostri docenti. Il documento del 15 maggio non è quindi altro che un fascicolo informativo sulla vostra classe, infatti in esso sono contenuti:

  • programmi svolti di tutte le materie;
  • argomenti trattati di Cittadinanza e Costituzione;
  • i diversi percorsi di alternanza scuola-lavoro.

Esame Maturità 2019: il documento del 15 maggio serve per l’orale?

Ovviamente tutti i contenuti del documento del 15 maggio saranno utilissimi per i commissari esterni affinché l’esame (soprattutto orale) si svolga in maniera conforme agli argomenti studiati in classe ma non solo! Con la nuova Maturità, senza la tesina, il documento del 15 maggio diventa un riferimento fondamentale per stabilire i materiali da inserire nelle buste da cui partirà l’interrogazione. In aggiunta, nel documento verranno elencati tutti gli argomenti di Cittadinanza e Costituzione trattati in classe e i vari percorsi di alternanza che gli studenti hanno affrontato negli ultimi tre anni di scuola.

(Credits Immagini: Pixabay)

Chiara Greco
Abitante del mondo in tutte le sue forme e i suoi colori. Sono una studentessa, si spera, alla fine del suo percorso universitario in mediazione linguistica e culturale. Il mio hobby principale è cercare di rendere i miei sogni una realtà concreta, per questo ho deciso di buttarmi in questa avventura come scrittrice (ancora alle prime armi e che ha ancora tanto da imparare). Il filo delle mie passioni traccia trame e disegni impensabili e senza confini: scrittura, lettura, cucina, cinema, musica, scienza, fisica, viaggi
Leggi altri articoli in News Maturità Maturità