Condividi
Nuovi posti disponibili per chi ha fatto ricorso dopo il Test di Medicina
Condividi su

Nuovi posti disponibili per chi ha fatto ricorso dopo il Test di Medicina

Di Chiara Greco
pubblicato il 16 ottobre

Secondo il Consiglio di Stato, il Miur non ha messo a disposizione il numero adeguato di posti rispetto alle risorse fornite agli atenei italiani.

Nuovi posti disponibili per chi ha fatto ricorso dopo il Test di Medicina

Di cosa parliamo:

  • Diversi candidati alla prova di ammissione hanno fatto ricorso per irregolarità
  • I posti disponibili per l’anno accademico 2019/2020 sono aumentati ma il Consiglio di Stato aveva già sottolineato che quelli messi a disposizione erano inferiori rispetto alle potenziali risorse fornite agli atenei italiani.

1660 posti per chi ha fatto ricorso

È una grande vittoria per i tanti candidati al Test di Medicina 2019 che hanno fatto ricorso a causa delle irregolarità riscontrate durante e dopo il test d’ingresso. Secondo Consulcesi, infatti, quella di quest’anno è stata la prova d’ingresso con maggior numero di segnalazioni e ricorsi. Ora finalmente è arrivata la risposta del Consiglio di Stato: 1660 posti, che non erano previsti dal bando, spettano solo a chi ha fatto e vinto il ricorso. Scopri cosa è successo con ScuolaZoo.

ricorso medicina 2019 vinto

Cartellino giallo per il Miur dopo il parere del Consiglio di Stato

È una vittoria schiacciante quella dei ricorsisti contro il Miur: anche il Consiglio di Stato, nel parere dell’11 ottobre 2019, ha confermato che i posti messi a disposizione da parte del Ministero nel bando di Medicina 2019 sono in numero inferiore rispetto alle potenzialità fornite alle università italiane. In altre parole, il Miur avrebbe già dovuto aumentare i posti disponibili da quest’anno e non dal prossimo, visto che le risorse in più sono già pronte. È stato dato un ammonimento al Ministero che, a conti fatti, avrebbe privato il diritto allo studio a tanti studenti, aggirando le diverse pronunce precedentemente emanate dal Consiglio di Stato.

I ricorsisti vincono la battaglia

È la prima volta che chi fa ricorso ottiene una considerazione così importante: il Consiglio di Stato, attraverso questo parere storico, ha voluto scuotere il sistema scricchiolante del Test di Medicina e immatricolazioni nelle facoltà di Medicina e Chirurgia, mettendo allo scoperto un sottoutilizzo delle risorse messe a disposizione delle università, finalizzate a garantire l’aumento delle matricole. La decisione è unica e irrevocabile: 1660 posti sono destinati solo a chi ha fatto il ricorso (e ovviamente l’ha vinto dimostrando di essere stato vittima del sistema).

Leggi anche:

(Credits immagine: Pexels; Copertina: Twitter)

Chiara Greco
Abitante del mondo in tutte le sue forme e i suoi colori. Sono una studentessa, si spera, alla fine del suo percorso universitario in mediazione linguistica e culturale. Il mio hobby principale è cercare di rendere i miei sogni una realtà concreta, per questo ho deciso di buttarmi in questa avventura come scrittrice (ancora alle prime armi e che ha ancora tanto da imparare). Il filo delle mie passioni traccia trame e disegni impensabili e senza confini: scrittura, lettura, cucina, cinema, musica, scienza, fisica, viaggi
Leggi altri articoli in News Test d'Ingresso Test d'Ingresso