Condividi
250 studenti di Medicina sono stati ammessi dopo il ricorso
Condividi su

250 studenti di Medicina sono stati ammessi dopo il ricorso

Di Selena
pubblicato il 09 ottobre

Avevano denunciato irregolarità dopo la prova di ammissione. Il Consiglio di Stato gli ha dato ragione.

250 studenti di Medicina sono stati ammessi dopo il ricorso

Di cosa parliamo:

  • Il 3 settembre c’è stato il test di ammissione a Medicina e Chirurgia, a cui hanno partecipato 60.776 studenti su 11.568 posti disponibili.
  • Dopo la prova molti candidati hanno denunciato irregolarità e si sono rivolti al Consulcesi che ha presentato un ricorso al Consiglio di stato
  • Secondo Consulcesi questo test è stato fra i più irregolari di sempre. Per il test dell’anno prossimo i posti a disposizione per Medicina e Chirurgia potrebbero aumentare.

Cosa ha deciso il Consiglio di Stato

Il Test Medicina 2019, secondo Consulcesi, è stato uno dei più irregolari di sempre. Il network legale che da anni ormai si occupa di tutelare gli aspiranti medici ha infatti annunciato che il ricorso al Test d’Ingresso è stato accolto e 250 studenti sono stati ammessi a Medicina. Secondo il Presidente di Consulcesi, Massimo Tortorella, il test è stato considerato inadeguato e «Non si possono scegliere i medici del futuro con quiz cabala commissionati a una società privata». Cerchiamo di capire quindi ora cosa cambia dopo la riammissione di tutti questi studenti e se a questo punto cambiano i posti disponibili ora che sono iniziati gli  scorrimenti.

Per gli ultimi aggiornamenti, non perdere:

ricorso-test-medicina-2019-posti-disponibili (1)

Al test di ammissione del 2020 i posti a bando potrebbero aumentare

Il Consiglio di Stato, come ha dichiarato Consulcesi, ha accolto il ricorso di moltissimi aspiranti medici, 250 per la precisione. Si tratta di un bel colpo sferrato allo sbarramento del numero chiuso per il Test Medicina 2019. «È la conferma delle tesi che sosteniamo da sempre e cioè che il numero dei posti indicati dagli Atenei è di gran lunga inferiore alla loro effettiva capacità ricettiva e che bisogna fronteggiare la carenza dei medici in Italia». Le motivazioni che hanno portato il Consiglio di Stato ad accettare il ricorso si basano sul fatto che il Ministero ha aumentato di 1600 i posti disponibili e questo è un indice del «Sottodimensionamento dei posti sin qui disponibili nell’offerta formativa».

Cosa succede ora

La domanda sorge spontanea quindi. Questi 250 studenti a Medicina che hanno vinto il ricorso andranno ad aggiungersi agli 11.568 posti disponibili previsti dal bando del Miur 2019 o andranno a sottrarli? Siamo infatti nel pieno degli scorrimenti di graduatoria e questa notizia è molto importante. In linea teorica, questi posti dovrebbero andare ad aggiungersi (almeno negli scorsi anni, i ricorsisti vincitori entravano a Medicina indipendentemente dal numero di posti disponibili). Tuttavia, ci chiediamo anche se questo porterà il Miur ad aumentare i posti disponibili in corsa in numero assoluto oppure se le cose cambieranno dal prossimo anno. Tortorella dichiara infatti che il diritto allo studio non può e non deve essere limitato. Per ora sembra che tutto resti “fermo”, ma non appena avremo novità in merito noi di ScuolaZoo vi faremo sapere.

Leggi anche:

(Fonte Immagini Pexels)

Selena
Sono Selena, giornalista pubblicista appassionata di serie TV e di musica. Scrivo da quando ero bambina e, di nascosto, mi impossessavo della vecchia macchina da scrivere di mia mamma! Lavoro da 10 anni nel mondo del giornalismo e da qualche tempo conduco anche un programma radio.
Leggi altri articoli in News Test d'Ingresso Test d'Ingresso