Condividi
Test di Medicina 2020: il metodo di studio efficace raccontato da chi ha superato il test
Condividi su

Test di Medicina 2020: il metodo di studio efficace raccontato da chi ha superato il test

Di Alice Giusti
pubblicato il 08 aprile

Vorresti provare a sostenere il test d’ingresso 2020 ma hai paura di non farcela? Leggi le interviste a due studenti di Medicina e Chirurgia che hanno studiato con il metodo WAU!

Test di Medicina 2020: il metodo di studio efficace raccontato da chi ha superato il test

Come prepararsi al Test di Medicina 2020: perché il metodo WAU! vi permette di superare la prova a numero chiuso?

Superare il Test di Medicina 2020 è il sogno di tantissimi aspiranti medici, ma purtroppo molti studenti si arrendono in partenza perché pensano di non essere all’altezza. In realtà, nonostante il numero chiuso, non c’è certo bisogno di essere dei geni per totalizzare un punteggio utile a ottenere un buon posto in graduatoria, ma basta trovare il metodo giusto che ti permetta da una parte di consolidare (o acquisire) le conoscenze teoriche e dall’altra di prepararti praticamente ad affrontare le domande del test tramite simulazioni ed esercitazioni costanti. Inoltre, c’è il fattore psicologico da prendere sempre in considerazione: avere qualcuno che ti sproni alla collaborazione con gli altri colleghi, a non arrenderti e a continuare a prepararti è uno stimolo fondamentale. Queste componenti sono alla base del metodo WAU. Volete saperne di più? Abbiamo intervistato due studenti di Medicina e Chirurgia che hanno superato il test grazie a questo percorso.

Vuoi scoprire che medico sarai? Fai qui il test:

Wau-university

Studiare per il Test di Medicina: l’intervista a chi ha superato la prova d’ingresso

Alessandro e Valentina sono due studenti al primo anno di Medicina e Chirurgia che hanno superato a settembre 2019 il test di Medicina dopo avere studiato con il metodo WAU!. Il 70% di chi sceglie questo percorso ce la fa e noi quindi abbiamo chiesto loro come funziona e qual è il segreto del suo successo.

D: Che scuole superiori avete frequentato e che tipo di preparazione avevate prima di scoprire i corsi WAU!?  

Alessandro: «Il mio percorso è anomalo. Ho studiato tre anni in un istituto tecnico industriale, poi sono passato all’istituto socio-sanitario. Ero un tipico studente da 6, non avevo nessuna vera base di conoscenza delle materie oggetto del test. Durante le superiori però ho iniziato a fare volontariato al 118 e mi sono appassionato a Medicina. Ma senza preparazione, non sapevo come fare da solo a recuperare tutte le conoscenze necessarie…»

Valentina: «Io ho frequentato il liceo classico. Avevo quindi una buona base di cultura generale e logica verbale, ma non ero molto preparata in termini di nozioni scientifiche e matematiche».

D: Quindi il percorso di studio in WAU! è valido per qualsiasi tipo di preparazione di partenza?

Alessandro: «Assolutamente. In WAU ci sono tante tipologie di corsi e metodi preparazione, quindi in base al tuo livello puoi personalizzare il tuo percorso». 

Valentina: «Pensavo che entrare a Medicina al primo tentativo, soprattutto per chi non avesse un diploma di liceo scientifico, fosse impossibile. WAU! mi ha insegnato che invece è possibile farcela, basta il metodo di studio giusto».

Per approfondire, leggi:

D: Praticamente, quindi, come sono organizzati i corsi WAU!?

Alessandro: «Come ho detto, c’è un’ampia scelta in base alle esigenze di ognuno. Oltre a poter seguire lezioni con docenti universitari in sede o tramite webinar, si dà molto spazio alle esercitazioni e simulazioni in aula con cadenza mensile (per chi non può o in questo periodo di misure restrittive, le simulazioni sono anche online). Inoltre, ci sono dei training day in cui si può studiare anatomia tramite la realtà virtuale e giornate specifiche dedicate alla logica o alla biologia con esperti di settore».

Valentina: «Fondamentali poi sono le figure di tutor, giovani che hanno superato il test di Medicina da poco e che ti seguono da vicino nel tuo percorso sia con supporto didattico che morale. E ti invitano a collaborare con i tuoi futuri colleghi, anche nel caso dei corsi online».

D: Spiegatemi meglio come aiuta i ragazzi la figura del tutor.

Alessandro: «Il tutor è un/a ragazzo/a giovane, non è un prof, quindi per gli studenti è più facile confrontarsi con lui/lei, fare domande, esprimere dubbi e timori. Il tutor, inoltre, avendo da poco fatto il loro percorso, empatizza molto con loro e questo è un sostegno molto importante».

Valentina: «Si può scegliere di avere un tutor personale oppure di partecipare a classi di 10-15 persone con un tutor una volta a settimana. Con lui/lei si può impostare il programma di studio e capire gli argomenti in modo molto semplice. Ma la vera forza è l’incentivo a creare legami con gli altri studenti e a collaborare attivamente».

D: Quali sono quindi i punti di forza di WAU!?

Alessandro: «Ti garantisce una preparazione a 360 gradi, personalizzabile e adatta a tutti. Inoltre, dato che le conoscenze teoriche non ti bastano, ti insegna ad affrontare il test: fai così tante simulazioni che impari a gestire il tempo, avere una tecnica per rispondere, saper gestire l’ansia e le distrazioni, saper rispondere alle varie tipologie di quesiti».

Valentina: «E poi c’è l’aspetto umano. Il vero valore aggiunto è la collaborazione con i tutor e tra studenti, con cui nascono delle belle amicizie. Quello di cui mi sono accorta è che sono riuscita a superare il test perché ogni giorno qualcuno mi spingeva a dare il meglio di me, superare i miei limiti, non arrendermi. Da sola non ci sarei riuscita».

D: Infine, cosa volete dire agli studenti che vogliono superare il test di Medicina?

Alessandro: «Ci vuole tanto impegno e dedizione, ma con il giusto metodo di studio si può. Io ho studiato per due anni che possono sembrare un’eternità, ma non è così: il primo anno mi è servito per recuperare il gap con gli altri studenti delle superiori, il secondo per superare il test. E ce l’ho fatta». 

Valentina: «Se questo è il vostro sogno, provateci. Io ho iniziato a studiare durante la quinta superiore con WAU!, mentre andavo a scuola e avevo da preparare l’Esame di Maturità. È stato faticoso, ma ne è valsa davvero la pena: sono arrivata seconda in graduatoria per la mia università al primo tentativo!»

Sei curioso di saperne di più? Vai sul sito di WAU! per scoprire tutti i corsi, i materiali di studio e le opportunità che ti offre.

Leggi anche:

(Foto Credits: Pixabay e WAU!)

Alice Giusti
Aspirante Jane Austen sin dalla tenera età, vivo con la valigia sempre pronta. Oggi Londra, domani Parigi, viaggio fisicamente o con la mente, basta un po’ di buona musica, un classico o una serie tv storica per farmi sognare. Appassionata di tutto ciò che è British, per vivere scrivo e mi piace talmente tanto che alla fine, mi sa, scrivo per vivere.
Leggi altri articoli in News Test d'Ingresso Test d'Ingresso