Condividi
Graduatoria Test Medicina 2019: punteggio minimo, scorrimenti e come funziona
Condividi su

Graduatoria Test Medicina 2019: punteggio minimo, scorrimenti e come funziona

Di Isabelle Giacometti
pubblicato il 01 ottobre

Come funziona l’assegnazione dei posti disponibili e gli scorrimenti ora che la classifica nazionale è stata pubblicata dal Miur.

Graduatoria Test Medicina 2019: punteggio minimo, scorrimenti e come funziona

Test Medicina 2019: tutto sulla graduatoria nazionale

Ci siamo, finalmente: la graduatoria del Test di Medicina 2019 è uscita e trovate tutte le info  qui: Test Medicina 2019, graduatoria online: come iscriversi, cosa fare e ultimi aggiornamentiDopo aver sostenuto la prova d’ammissione al corso di laurea a numero chiuso di Medicina e Chirurgia, la data scelta dal Miur per la graduatoria è il giorno della verità: finalmente abbiamo scoperto se i risultati ottenuti e rivelati il 27 settembre sono sufficienti per ottenere al primo colpo uno dei posti disponibili o se dobbiamo aspettare gli scorrimenti per avere una possibilità. Fondamentale, quindi, è sapere come funziona la graduatoria del Test di Medicina 2019, come immatricolarsi e cosa sapere su punteggio minimo e scorrimenti.

Non perdete:

test-medicina-2019-graduatoria-data-uscita-punteggio-minimo-scorrimenti-come-funziona

Scorrimenti graduatoria test Medicina 2019: date e quanti sono

Una volta uscita la graduatoria di Medicina 2019 coloro che hanno ottenuto i posti disponibili del bando del Miur dovranno completare la procedura di immatricolazione per diventare ufficialmente studenti di Medicina. Visto che, per vari motivi, non tutti perfezionano l’iscrizione, si liberano dei posti disponibili a Medicina e quindi avvengono gli scorrimenti della graduatoria. La data del primo scorrimento del Test di Medicina 2019 è il 9 ottobre e da lì si procede con uno scorrimento ogni settimana, fino a quando tutti i posti disponibili a Medicina saranno riempiti. Non c’è quindi un numero preciso di scorrimenti, anche se in genere gli ultimi si tengono nel mese di dicembre.

Test ingresso Medicina 2019: come funziona la graduatoria dei punteggi

Una volta pubblicata la graduatoria nazionale dei risultati, gli aspiranti dottori scopriranno se sono riusciti ad entrare a Medicina. L’assegnazione dei posti disponibili nelle varie Università d’Italia dov’è presente la Facoltà di Medicina e Chirurgia tiene conto anche delle preferenze espresse al momento dell’iscrizione al test d’ingresso. Ecco tutte le possibili posizioni in classifica:

  • Assegnato: complimenti! Uno dei posti disponibili nell’Ateneo di prima scelta è vostro! Avete 4 giorni di tempo per completare la procedura di immatricolazione, scaduti i quali perdete il posto e verrete esclusi definitivamente dalla graduatoria di Medicina 2019.
  • Prenotati: ce l’avete fatta! Siete riusciti ad entrare a Medicina presso una delle Università d’Italia indicate tra le preferenze e potete immatricolarvi entro 4 giorni. Se non perfezionate l’iscrizione potete attendere gli scorrimenti della graduatoria senza venire esclusi dalla classifica nazionale, purché confermiate l’interesse all’immatricolazione.
  • In attesa: purtroppo non avete ottenuto nessuno dei posti disponibili in nessuna delle Università tra le vostre preferenze. Al test di Medicina 2019 avete però totalizzato punteggio minimo per entrare in graduatoria, quindi non vi resta che attendere gli scorrimenti e incrociare le dita.

La graduatoria di Medicina 2019 riporterà in ordine decrescente (dal più alto al più basso) i punteggi di tutti i candidati che hanno sostenuto il test d’ingresso nazionale.
Il bando del Miur stabilisce anche come si calcola il punteggio del test di Medicina 2019. Fate molta attenzione perché per le risposte sbagliate alle domande è prevista una penalità. Ecco i valori assegnati ai quesiti della prova d’ammissione:

  • risposta esatta: +1,5 punti
  • risposta errata: – 0,4 punti
  • risposta mancante: 0

Il punteggio massimo, che corrisponde a risposta esatta per tutte e 60 le domande del Testi di Medicina 2019 è pari a 90.

Non perdere:

Punteggio minimo 2019: quanto bisogna fare al test d’ingresso per entrare in graduatoria?

Nel bando di Medicina 2019 il Miur ha fissato il punteggio minimo per entrare in graduatoria nazionale: i candidati devono totalizzare almeno 20 punti al Test d’ingresso. Qualora il punteggio fatto al Test di Medicina 2019 sia inferiore si viene esclusi dalla graduatoria di Medicina e quindi dal corso di laurea.
Tuttavia il punteggio minimo per entrare a Medicina varia ogni anno: esso corrisponde al risultato dell’ultimo candidato in posizione utile per ottenere uno dei posti disponibili.
Ma come funziona la graduatoria di Medicina quando due aspiranti matricole fanno lo stesso punteggio alla prova d’ingresso?
Nel bando del Test di Medicina 2019, il Miur risolve la questione graduatoria in caso di parità. Per ordinare i candidati prevale in ordine decrescente il punteggio ottenuto nei quesiti degli argomenti:

  • cultura generale e ragionamento logico
  • biologia
  • chimica
  • fisica e matematica

In caso di ulteriore parità di punteggio al Test di Medicina 2019 viene messo prima in graduatoria il candidato più giovane.

Graduatoria Medicina 2019, quando esce? Data di pubblicazione

Se la prova si è tenuta il 3 settembre, ancora non è arrivato il giorno dell’uscita delle graduatoria. Le date importanti successive sono infatti le seguenti:

  • 17 settembre: i candidati hanno scoperto il punteggio ottenuto al test di Medicina 2019 inserendo il codice etichetta su Universitaly.
  • 27 settembre: le aspiranti matricole della facoltà di Medicina e Chirurgia hanno visualizzato sulla propria pagina Universitaly il loro test d’ingresso, il punteggio e la scheda anagrafica.
  • 1 ottobre: verrà pubblicata la graduatoria unica nazionale di merito nominativa del Miur che assegnerà ufficialmente i posti disponibili a Medicina.

Test Medicina 2019: cosa sapere sulla prova d’ingresso del Miur

Avete sostenuto il test d’ingresso nazionale per la facoltà di Medicina e Chirurgia? Allora non perdetevi nessuna news su numero di posti disponibili e punteggio minimo per entrare, ricorso e alternative a Medicina:

(Crediti Immagini: Pixabay)

Isabelle Giacometti
21 anni, mille progetti e il resto della vita per realizzarli. Scrivere è diventata una passione dal primo tema in cui ho preso 'ottimo' alle elementari... da cocca della maestra a giornalista direi che è un bel salto di qualità! Adoro il rosa e l'autunno, non vivo senza caffè e senza penna. Una frase che mi rappresenta? "Omnes optimi insani sunt" ovvero "tutti i migliori sono matti", ovviamente in latino, da brava (ex) classicista. Laurea in progress.
Leggi altri articoli in News Test d'Ingresso Test d'Ingresso