Materie Maturità 2018: quali sono, quando escono e cosa sapere su seconda prova e commissari esterni
Condividi su

Materie Maturità 2018: quali sono, quando escono e cosa sapere su seconda prova e commissari esterni

Di Selena
pubblicato il 06 dicembre

Volete sapere immediatamente quali sono le materie che saranno oggetto d’esame durante la Maturità 2018? Non abbiamo la bacchetta magica, ma possiamo dirvi tutto quello che sappiamo!

Materie Maturità 2018: quali sono, quando escono e cosa sapere su seconda prova e commissari esterni

Maturità 2018: le materie

C’è ancora tempo! Lo sappiamo, ma la Maturità 2018 riesce a spaventare un po’ tutti, anche gli studenti più sicuri di loro. Quindi, come si suol dire, “chi ha tempo non perda tempo”! Iniziamo insieme a vedere qualche informazione generica, ma utilissima, sulla Seconda Prova della Maturità 2018 e, soprattutto, relativa alle materie che dovremo affrontare in sede d’esame. Quali saranno le materie scelte dal MIUR ancora non lo sappiamo, come non sappiamo dirvi se chi frequenta lo scientifico si troverà nuovamente davanti alla tremenda traccia di matematica o fisica. Secondo la regola dell’alternanza, regola non scritta quindi non così attendibile, forse i ragazzi del classico come materia di Seconda Prova per la Maturità 2018 avranno una versione di greco. Insomma, per ora è ancora un po’ tutto un mistero, come sono avvolti nella nebbia i nomi dei commissari esterni per la Maturità 2018. Prima di farsi venire la tachicardia e un attacco di panico, sappiate che noi di ScuolaZoo qui vi elencheremo tutto ciò che serve sapere sulle materia di Seconda Prova di Maturità 2018, compresi i professori esterni e tutte le date utili da imprimersi nella memoria! Iniziamo.

materie-seconda-prova-maturità-2018 (1)

Materie Seconda Prova Maturità 2018

Purtroppo o per fortuna, dipende dai casi, le materie della Seconda Prova di Maturità 2018 dipendono da che scuola avete frequentato. Anche se è sempre stabilita dal Ministero a Livello Nazionale, le cose cambiano a seconda dell’indirizzo scolastico.  Il motivo è semplice: la seconda prova serve a capire la preparazione degli studenti in una delle materie caratterizzanti della scuola che si è frequentata per cinque anni. Il MIUR decide la materia e lo comunica a fine gennaio con un decreto apposito.

Materie Seconda Prova Maturità 2018: quali sono

Vediamo ora insieme quali sono le materie che potranno capitare in ambito di Seconda Prova per le principali scuole ed indirizzi:

  • Seconda prova Liceo Classico: versione di latino o di greco
  • Seconda prova Liceo Scientifico: prova di matematica o di fisica
  • Seconda prova Liceo Linguistico: comprensione del testo in lingua (quale ancora non lo sappiamo), con tanto di domande, riassunto e una produzione personale in riferimento al testo da voi scelto.
  • Seconda prova Liceo Scienze Umane: potrebbe essere una traccia di Scienze Umane, oppure qualcosa inerente alla sociologia.
  • Seconda prova Liceo artistico: si svolge in ben tre giorni e il contenuto cambia a seconda del sotto-indirizzo frequentato, tra Arti Figurative, Architettura e Ambiente, Design, Audiovisivo e Multimediale, Grafica e Scenografia.
  • Seconda prova Liceo musicale e coreutico: le prove sono diverse per gli studenti di liceo musicale e coreutico e si svolgono in due giorni.
  • Seconda prova Amministrazione Marketing e Finanza (Ragioneria): generalmente a prova è divisa in tre parti: analisi di testi e documenti economici, analisi di casi aziendali e simulazioni aziendali.
  • Seconda prova Istituto Tecnico per il Turismo: la materia potrebbe essere a scelta tra turismo, economia aziendale o altre materie più tecniche.
  • Seconda prova Istituto Tecnico in Meccanica, meccatronica ed energia: la seconda prova verterà sullo svolgimento di progetti, disegno e progettazione.
  • Seconda prova Istituto Tecnico Elettronica ed Elettrotecnica: bisognerà scegliere la tipologia di prova tra 6 tracce. Ognuna di queste è composta da una prima parte che dovrai svolgere nella sua interezza, e da una seconda parte nella quale sono presenti dei quesiti tra cui scegliere.
  • Seconda prova Istituto Tecnico Informatica e Telecomunicazioni: la materia specifica non la sappiamo ma dovrai scegliere una traccia tra sei tipologie.
  • Seconda prova Istituto Tecnico Trasporti e Logistica: la prova è composta da una prima parte, da svolgere nella sua interezza, e da una seconda parte nella quale sono presenti dei quesiti tra cui scegliere.
  • Seconda prova Istituto Tecnico Grafica e Comunicazioni: prova tecnico-pratica e laboratoriale da svolgere in 6 ore e composta da due parti: una da svolgere per intero e l’altra rispondendo a un numero di quesiti specifico tra quelli proposti.
  • Seconda prova Istituto Tecnico Moda: scelta di una traccia tra sei tipologie, divisa in due parti, una da svolgere per intero e l’altra con quesiti a scelta. La durata della prova è di 6 ore.
  • Seconda prova Istituto Tecnico Chimica, Materiali e Biotecnologie: per ognuno dei quattro indirizzi, si conferma la tipologia di struttura della seconda prova per gli istituti tecnici, ma anche qui la materia precisa non la sappiamo ancora.
  • Seconda prova Istituto Tecnico Costruzioni, Ambiente e Territorio: scelta di una traccia tra sei tipologie, divisa in due parti, una da svolgere per intero e l’altra con quesiti a scelta.
  • Seconda prova Istituto Tecnico Agraria, Agroalimentare e Agroindustria: scelta di una traccia tra sei tipologie, divisa in due parti, una da svolgere per intero e l’altra con quesiti a scelta.
  • Seconda prova Istituto Professionale Servizi per l’Agricoltura e lo Sviluppo Rurale. Per ognuno degli indirizzi, vale la stessa modalità di prova: scelta di una traccia tra sei tipologie, divisa in due parti, una da svolgere per intero e l’altra con quesiti a scelta del maturando.
  • Seconda prova Istituto Professionale dei Servizi per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera (Istituto Alberghiero): tema, una trattazione o analisi dati e da un’altra rispondendo a un numero di quesiti specifico tra quelli proposti.
  • Seconda prova Istituto Servizi Socio-Sanitari: seconda prova tecnico-pratica e laboratoriale da svolgere in 6 ore e composta da due parti: una da svolgere per intero e l’altra rispondendo a un numero di quesiti ristretto tra quelli proposti.
  • Seconda prova Istituto Professionale Servizi Commerciali: traccia della seconda prova verte su situazioni operative della filiera industriale ed è composta da due parti. Se sarà come quella dell’anno scorso avremo: un tema, una problema da risolvere o business plan da creare e da un’altra parte da svolgere rispondendo a un numero di quesiti ristretto tra quelli proposti.
  • Seconda prova Istituto Professionale Produzioni Industriali e Artigianali: traccia della seconda prova verte su situazioni operative della filiera industriale o artigianale d’interesse ed è composta da due parti: una da svolgere per intero e l’altra rispondendo a un numero di quesiti ristretto tra quelli proposti.
  • Seconda prova Istituto Professionale Manutenzione e Assistenza Tecnica: situazioni operative della filiera industriale o artigianale d’interesse ed è composta da due parti.

Quando escono le materie della Seconda Prova della Maturità 2018

Le materie della Seconda Prova della Maturità 2018 usciranno probabilmente a fine gennaio. Come sempre il MIUR con un decreto deciderà quali materie faranno parte della Seconda Prova dell’Esame di Stato. Sappiamo però che la data prescelta è il 21 giugno 2018, se non cambia nulla.

Materie Seconda Prova 2018: come vengono scelte

Il MIUR sceglierà le materie della Seconda Prova di Maturità 2018 nell’elenco delle discipline caratterizzanti, ossia quelle materie che diversificano un istituto da un altro (matematica o fisica per i licei scientifici o latino o greco per il classico, giusto per fare un esempio). Questo perchè molti licei, istituti tecnici e professionali sono nati da poco con la riforma Gelmini e quindi il MIUR ha dovuto individuare quali nuove materie erano appunto considerate “caratterizzanti”.

Per approfondire, leggete:

Materie Commissari Esterni Maturità 2018

Se non ci saranno cambiamenti, la Commissione Esterna della Maturità 2018 sarà composta da tre professori esterni, che si accoderanno a 3 commissari interni e al Presidente di Commissione. Ognuno dei commissari esterni si occuperà della materia assegnatagli sia per gli scritti per l’orale. Vediamo ora insieme quando usciranno i nomi dei commissari esterni e le materie.

Materie Commissari esterni Maturità 2018: quando escono

Esattamente come tutte le altre materie per la Seconda Prova di Maturità 2018, le scopriremo a fine gennaio quando il MIUR con una delibera deciderà le prove. Discorso diverso invece per i nomi dei professori della commissione esterna che, generalmente vengono svelati a ridosso dell’inizio della Maturità 2018 quindi verso fine maggio.

Maturità 2018: come vengono scelte le materie affidate ai commissari esterni

La scelta che porta ad affidare una materia piuttosto che un’altra ai membri della commissione esterna alla Maturità 2018 è regolamentata dal MIUR con una sorta di “alternanza”. Si legge infatti: “Quando la prima prova è affidata ad un commissario esterno, la materia oggetto della seconda prova viene affidata ad un commissario interno e viceversa”. Per quanto riguarda poi l’assegnazione di tutte le altre materie il MIUR assicura che verranno fatte in modo da assicurare un equilibrio, per capirci: non tutte le materie più importanti della vostra scuola saranno nelle mani di commissari esterni che non vi conoscono.

Nomi commissari esterni Maturità 2018: quando escono e come saperli

I nomi dei commissari esterni per la Maturità 2018 escono solitamente a ridosso dell’Esame di Stato. Se, infatti, le materie le conosciamo subito a gennaio, i nomi vengono svelati solitamente a maggio. Per saperli bisogna monitorare il sito del MIUR e chiedere in segreteria nella propria scuola perché, quando verranno resi noti, saranno anche affissi nella vostra scuola.

Non perdete anche:

Selena
Sono Selena Marvaldi, giornalista pubblicista appassionata di serie TV e di musica. Scrivo da quando ero bambina e, di nascosto, mi impossessavo della vecchia macchina da scrivere di mia mamma! Lavoro da 10 anni nel mondo del giornalismo e da qualche tempo conduco anche un programma radio intitolato "La Spuntatina".
Leggi altri articoli in News Maturità Maturità