Condividi
Libri da leggere: 15 classici libri non noiosi da leggere
Condividi su

Libri da leggere: 15 classici libri non noiosi da leggere

Di Raffaella Berardi
pubblicato il 27 luglio

Libri da leggere romanzi: bisogna leggerli i grandi classici, almeno una volta nella vita, perché sono libri che raccontano storie avvincenti capaci di sconfiggere la noia.

Libri da leggere: 15 classici libri non noiosi da leggere

Grandi classici: i libri da leggere almeno una volta nella vita

Dopo un lungo anno di scuola divisi tra verifiche e interrogazioni forse i libri non sono tra i vostri argomenti preferiti soprattutto se si parla di quei grandi classici da leggere assolutamente almeno una volta nella vita. State immaginando giganteschi e polverosi tomi che al solo pensiero vi procurano lunghi sbadigli di noia? Non fatevi frenare dalle apparenze e soprattutto non abbandonatevi ai pregiudizi perché queste storie dal sapore vintage, pur essendo nate nel passato, sono capaci di raccontare il nostro presente attraverso quei sentimenti universali e quella voglia d’avventura che appartengono ai lettori di tutto il mondo e di ogni tempo. Siate curiosi e lasciatevi tentare dai nostri consigli, abbiamo selezionato per voi i 15 romanzi classici, non noiosi, da leggere almeno una volta nella vita.

Non perdere anche:

libri da leggere

Libri bellissimi da leggere: i 15 classici che devi conoscere

Ci sono libri che appartengono alla storia dell’uomo e che bisogna conoscere perché non solo hanno il merito di avere ispirato altre opere più contemporanee ma hanno soprattutto il potere di attraversare il tempo e saperlo raccontare nonostante i cambiamenti dell’uomo e della società che abita. È la forza dei grandi classici, quei romanzi che forse hanno letto i vostri genitori e che ora giacciono sulla libreria di casa in attesa che raccogliate la sfida di leggerli. Noi di ScuolaZoo abbiamo selezionato 15 grandi classici che vi terranno incollati alle pagine dei libri, ecco la nostra lista: 

  • Il signore degli anelli di J.R.R. Tolkien: una trilogia che inizia con La compagnia dell’anello, continua con Le due torri e si conclude tra le pagine di Il ritorno del Re. Il primo libro ci accompagna alla scoperta della Contea degli Hobbit dove si sta festeggiando il compleanno di Bilbo che dopo il rituale discorso sparisce nel nulla lasciando a Frodo, suo nipote, un misterioso anello. Sarà lo stregone Gandalf a spiegare a Frodo la storia del potente anello che Bilbo ha sottratto al pericoloso Gollum e incoraggerà il giovane a partire per distruggere l’anello sulla Montagna del Fato prima che il male possa impossessarsene e soggiogare il mondo. Frodo accetta la missione dando inizio all’avventura che continuerà nel secondo e terzo libro dove tra elfi, regine e re, cavalieri e creature oscure, l’eterna lotta tra bene e male conquista il lettore fino all’ultima pagina.
  • Piccole donne e Piccole donne crescono di Louisa M. Alcott: al centro della storia la vita delle quattro sorelle March, Meg, Jo, Beth, Amy, molto diverse tra loro ma profondamente unite.  Meg è la più grande e giudiziosa tra le sorelle, Jo è la ribelle e irrequieta della famiglia e coltiva il sogno di diventare scrittrice, Beth, timida e altruista, ha una grande passione per la musica mentre Amy è pigra e vanitosa ma di gran cuore. Le difficili condizioni economiche causate dalla Guerra di secessione americana, in cui anche il padre delle ragazze è impegnato in qualità di cappellano, non frenano l’allegria delle sorelle March e l’impegno verso i meno fortunati cui la guerra ha tolto anche quelle poche risorse con cui la madre delle ragazze porta avanti la famiglia. Nel corso dei due romanzi diversi saranno i personaggi che avranno una ruolo fondamentale nella vita delle quattro sorelle come Laurie, nipote del ricco signor Laurence e vicino di casa della famiglia March, la bisbetica zia March, John Brooke, istitutore di Laurie, e il professore tedesco Fritz Bhaer.
  • La signora Dalloway di Virginia Woolf: protagoniste del romanzo sono la ricca cinquantenne Clarissa Dalloway e la sua giornata che inizia alle 10 mattino di un giorno di giugno del 1923. Passeggiando per Londra, Clarissa si lascia andare ai ricordi della sua vita da ragazza, quando trascorreva le giornate in compagnia dei suoi amici e della vecchia zia, ma, mentre entra in un negozio di fiori, il rumore di una macchina che passa per la strada di fronte al negozio la distrae. Preda della curiosità la donna osserva la strada e nota Septimus Smith, un reduce della prima guerra mondiale, che passeggia con la moglie Lucrezia. Durante la guerra Septimus ha perso il suo migliore amico e da allora soffre di gravi disturbi mentali che lo costringono a sottoporsi a delle visite psicologiche dal dottor William Bradshaw. Sarà proprio la famiglia dello psicologo ad arrivare tardi alla festa della signora Dalloway e a portare notizie su Septimus.
  • 1984 di George Orwell: anno 1984, la terra è divisa tra tre grandi superpotenze: Oceania, Eurasia ed Estasia, sempre in guerra tra loro con l’obiettivo di ottenere il totale controllo sulla società. Capitale dell’Oceania è Londra dove detiene il potere un solo partito guidato dal Grande Fratello, una carismatica figura che nessuno ha mai visto. La vita di chi abita in Oceania è costantemente spiata da telecamere presenti in ogni abitazione grazie alle quali il partito ha un controllo totale sulle vite dei cittadini. Winston Smith, protagonista della storia, proverà a rispondere alla rigidità del regime attraverso azioni che si manifestano come attività del libero arbitrio e del libero pensiero.
  • Il giardino segreto di Frances Hodgson Burnett: dopo aver perso entrambi i genitori Mary, una bambina di 10 anni nata in India da genitori inglesi, viene affidata al signor Craven, uno zio ricco, vedovo e padre di Colin, bambino viziato e costretto al letto per un problema alla colonna vertebrale. Mary e Colin diventeranno amici e insieme a Dickon, fratello della giovane cameriera Martha, riporteranno alla vita il giardino segreto della  defunta signora Craven, mamma di Colin, che proprio nel giardino aveva perso la vita costringendo il marito a chiudere i cancelli e seppellire la chiave.
  • Sulla strada di Jack Kerouac: il romanzo è ambientato sul finire degli anni quaranta e racconta il viaggio attraverso gli Stati Uniti dei giovani che hanno partecipato al movimento culturale della Beat Genration. Voce narrante e protagonista è Jack Kerouac, pseudonimo di Sal Paradise, studente con aspirazioni letterarie che a New York conosce Dena Moriarty, pseudonimo di Neal Cassady. Il libro si divide in cinque parti: la prima è dedicata al viaggio in autostop e in autobus da Chicago a Denver passando per San Francisco, Selma,Pittsburg e New York; la seconda parte racconta i viaggi di Sal e Dean dal Natale 1948 al febbraio 1949, mentre la terza parte parla del soggiorno di Sal a Denver e del viaggio con Dean da San Francisco a Denver, a Chicago e a New York. La quarta parte è dedicata all’incontro tra Sal e Dean a New York nel 1950 e del viaggio in Messico, dove l’amicizia s’interrompe. Infine nella quinta parte il viaggio protagonista è l’ultimo di Sal, da Città del Messico verso New York, dove incontrerà la futura moglie Laura. Kerouac scrisse quello che è considerato il manifesto della Beat Generation in tre settimane, all’età di 29 anni.
  • Guida galattica per Autostoppisti di Douglas Adams: se da un lato Arthur, il protagonista, scopre che delle ruspe stanno per demolire la sua casa per lasciare spazio a una superstrada, dall’altra parte, poche ore dopo, l’umanità scopre che il pianeta sta per fare la stessa fine a causa di una flotta di astronavi apparsa improvvisamente. Arthur viene salvato da Ford, un suo vecchio amico che rivela di essere una alieno, e scoprirà un universo sconosciuto in cui la sua unica ancora di salvezza sarà la Guida Galattica per Autostoppisti, un libro conosciuto in tutto l’universo, Terra esclusa. A bordo dell’astronave Cuore d’Oro i due amici vivranno fantastiche avventure e scopriranno chi è il progettista che ha costruito la Terra.
  • Il piccolo principe di Antoine De Saint-Exupery: un pilota precipita nel deserto e incontra un bambino, principe di un lontano asteroide, comincia così uno dei racconti più amati al mondo. Il Piccolo Principe racconta al pilota stupito dei suoi viaggi nello spazio e dei personaggi che ha incontrato, dal vecchio re solitario, all’uomo d’affari, dal vanitoso all’ubriacone, passando per un lampionaio e un geografo, mentre ricorda la sua amata rosa verso cui prova una forte nostalgia. Tra le tante citazioni che appartengono al libro la più celebre è quella che recita: “Ecco il mio segreto: non si vede bene che col cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi”.
  • Il vecchio e il mare di Ernest Hemingway: Santiago è un vecchio pescatore che da 84 giorni non riesce più a pescare nulla e quella che sembra essere una maledizione lo porta anche a perdere Manolin, il giovane apprendista che i genitori spingono a lavorare per pescatori più capaci e fortunati. Manolin però è molto affezionato a Santiago e continua a frequentarlo e incoraggiarlo finché il vecchio pescatore non decide di rispondere con tenacia al beffardo destino e si avventura in mare aperto con l’intenzione di pescare un grosso marlin. Dopo poche ora il pesce abbocca ma è così grande da trascinare la barca per tre giorni e tre notti fino finché Santiago non riesce a ucciderlo. Tornando verso il porto il vecchio pescatore perde però la sua preda divorata pezzo per pezzo dagli squali e una volta giunto a destinazione stremato e arrabbiato si rifugia nella sua capanna e nel sonno mentre la folla di pescatori riunitasi intorno alla sua barca ammira con stupore la carcassa del grosso pesce ancora attaccata allo scafo. Coraggio, vita, morte, rapporto tra uomo e natura, non manca niente in questo libro che valse all’autore il Premio Pulitzer nel 1953 e l’anno dopo il Premio Nobel per la Letterature.
  • Il barone rampante di Italo Calvino: Ombrosa è il paesino immaginario in cui si svolge la storia del giovane barone Cosimo Piovasco di Rondò che dopo un litigio con il padre salirà sugli alberi del giardino della propria casa promettendo di non scendere più a terra; da quel momento saranno proprio gli alberi, prima del giardino e poi del bosco, la casa delle avventure di Cosimo che riesce a conquistare la stima della comunità di Ombrosa nonostante venga additato come bizzarro fenomeno. Cosimo conoscerà anche l’amore attraverso Viola con cui condividerà una relazione passionale ma piena di litigi, fughe e rifiuti fino al triste epilogo.
  • Cime tempestose di Emily Bronte: la storia è ambientata nella brughiera inglese di inizio Ottocento e i protagonisti sono Heathcliff e Catherine, innamorati ma messi alla prova dalle profonde differenze sociali che li costringeranno ad allontanarsi. Catherine sposerà lo stimato Edgar Linton mentre Heathcliff , tornato da un viaggio in Inghilterra dove ha accumulato ricchezze, decide di vendicarsi intrecciando una relazione con Isabel, sorella di Edgar. Gelosia e vendetta si intrecciano irrimediabilmente, in una storia in cui amore e odio, vita e morte, passione e istinto si intrecciano, creando uno dei capolavori della letteratura inglese del’800.
  • Il conte di Montecristo di Alexander Dumas: la storia si svolge tra Italia, Francia e nelle isole del Mar Mediterraneo negli anni tra il 1815 e il 1838 e mette al centro del racconto il rapporto tra giustizia e vendetta, perdono e misericordia. Protagonista è il marinaio Edmond Dantès che, vittima di un complotto, viene fatto prigioniero nel Castello d’If dove secondo la sentenza avrebbe dovuto scontare una pena a vita. Dantès però riesce a fuggire dopo 14 anni di detenzione, si ricostruisce un’identità e deciso a vendicarsi dei suoi nemici torna a Marsiglia presentandosi come Conte di Montecristo. Il peccato si contrappone al riscatto che culmina con un inaspettato gesto di assoluzione che chiude i conti con il passato e segna l’inizio di una nuova vita.
  • Cent’anni di solitudine di Gabriel García Márquez: nato dalla penna di un Premio Nobel e considerata una delle opere più importanti della letteratura del Novecento, Cent’anni di solitudine è la storia di ben sette generazioni della famiglia Buendía vissuta nell’immaginaria città di Macondo. Conoscere la storia della famiglia Buendía vuol dire scoprire personaggi unici nel loro genere, dalla matriarca Ursula Iguarán di 120 anni passando per chiaroveggenti, colonnelli, dittatori, alchimisti, ricamatrici, imprenditori, orafa, soldati, ribelli e molti altri, personalità che Márquez racconta attraverso i venti capitoli che compongono l’opera.
  • Gli indifferenti di Alberto Moravia: il romanzo d’esordio di Moravia, pubblicato nel 1929, racconta le ipocrisie della società borghese preda delle sue menzogne e delle piccole, grandi, meschinità. Protagonisti della storia sono Carla e Michele, due fratelli che assistono in maniera annoiata e apatica al declino economico della propria famiglia mentre la loro madre, Mariagrazia, è incapace di rinunciare ai cliché di stampo borghese e al suo disprezzabile amante Leo che tenta di approfittare della giovane Carla. Cieca davanti a ciò che accade e convinta che nella vita di Leo ci sia un’altra donna, Mariagrazia pensa si tratti della sua amica Lisa che invece è attratta da Michele a sua volta indifferente davanti al corteggiamento della donna. Contrariata dall’atteggiamento del giovane, Lisa lo avverte che la sorella Carla e Leo hanno una relazione segreta ma sembra che nemmeno questo riesca a scuotere Michele che tenta di vendicare l’onore di famiglia senza però arrivare fino in fondo. Per evitare che la villa di famiglia sia venduta e perdere tutto quello che ha cercato di ottenere, Leo chiede a Carla di sposarlo e pur non amandolo la ragazza accetta la proposta avviando il romanzo alla conclusione con un finale sospeso: Mariagrazia non sa che la figlia Carla ha deciso di sposare Leo.
  • La storia infinita di Michel Ende: tradotto in più di quaranta lingue e con oltre 10 milioni di copie vendute questo romanzo è entrato nella classifica dei classici della letteratura mondiale ed è diventata protagonista di vari adattamenti, da quello cinematografico a quello televisivo passando per teatro e videogiochi. Il protagonista della storia è Bastiano, un ragazzino solitario e dall’aria goffa con una grande passione per la lettura. Un giorno mentre tenta di fuggire dai compagni di scuola che lo maltrattano si rifugia in una libreria antiquaria dove sottrae un libro dal titolo La storia infinita. Nascosto nella soffitta della scuola Bastiano si immerge letteralmente nella lettura del volume e scopre di essere il prescelto che salverà il mondo incantato di Fantàsia, abitato da creature magiche come il Drago della Fortuna Fùcur, coraggiosi guerrieri come Atreiu e guidato dall’Infanta Imperatrice, la sovrana assoluta del regno.

(Foto Cover – Piccole donne,  Columbia Pictures/ Interno – Gilmore Girls, Warner Bros. Television)

Raffaella Berardi
Quando pensi di aver chiuso con tutto quello che gravita intorno al mondo scolastico ti ritrovi a scriverne. Aveva ragione mia nonna quando mi ripeteva sempre: "la vecchia a 100 anni ancora doveva imparare". Beh, io ho decisamente ancora tanto da imparare e ho deciso di farlo insieme a voi!
Leggi altri articoli in News Scuola