Condividi
Maturità 2020, solo commissari interni quest’anno: è ufficiale
Condividi su

Maturità 2020, solo commissari interni quest’anno: è ufficiale

Di Alice Giusti
pubblicato il 26 marzo

I primi cambiamenti per la Maturità 2020 sono stati annunciati: diciamo addio ai commissari esterni per quest’anno… sì alle commissione di prof solo interni.

Maturità 2020, solo commissari interni quest’anno: è ufficiale

Ci saranno solo commissari interni alla Maturità 2020: l’annuncio della Ministra Azzolina

Cari maturandi, abbiamo una prima risposta sulla Maturità 2020: durante il question time al Senato di oggi, giovedì 26 marzo, la Ministra della scuola, Lucia Azzolina, ha dell’Esame di Stato e dei primi cambiamenti decisi data la situazione creata dal diffondersi del Coronavirus. In particolare, ha stabilito che le commissioni di Maturità, solo per quest’anno, saranno esclusivamente interne (con l’eccezione di un presidente esterno): niente quindi commissari esterni. Era una delle ipotesi più gettonate e anche una delle già attuate in caso di emergenza (dopo il terremoto del 2017, i ragazzi delle aree coinvolte avevano avuto solo commissari interni). Cosa implica questa decisione?

Quali sono le ultime novità della Maturità 2020? Leggete qui:

Non perdere il nostro speciale su scuola e Coronavirus:

Commissari interni Maturità 2020: perché questa scelta?

Come sappiamo, le commissioni di Maturità dovrebbero essere formate da 3 commissari interni + 3 commissari esterni +1 presidente esterno. Questo serve soprattutto per garantire imparzialità nel giudizio dei candidati e far sì che gli Esami, soprattutto gli orali, siano conformi in tutte le scuole. La commissione esclusivamente interna, cioè formata da 6 commissari interni + 1 presidente esterno, sembra in questa situazione di emergenza la scelta più logica per i seguenti motivi:

  • Si evita lo spostamento di professori che devono cambiare magari città per presenziare nella commissione esterna (in Italia si formano ogni anno circa 13mila commissioni)
  • È in linea con l’ipotesi di avere una Maturità più snella, focalizzata solo sul programma svolto (anche a livello di valutazione, i prof che hanno seguito i maturandi negli anni possono dare una valutazione complessiva più adeguata al percorso svolto prima dell’emergenza sanitaria e hanno idea di come è stato svolto il periodo di lezioni online)
  • È in linea con le richieste degli studenti
  • È un risparmio di cassa per lo Stato

Ricordiamoci che le commissioni interne sono state realtà nel nostro paese dal 2002 al 2007, poi si è tornati alla modalità mista. Il presidente di commissione, tra l’altro, sarà esterno, in modo da garantire l’imparzialità e la correttezza dello svolgimento dell’Esame di Stato per ogni maturando.

Per approfondire:

Quali altri cambiamenti potrebbero essere annunciati?

La Ministra Azzolina ha annunciato che nei prossimi giorni avremo le risposte anche alle seguenti domande degli studenti:

  • Quando si ritorna a scuola? Il termine è fissato ancora per il 3 aprile (il 15 per la Lombardia) ma è plausibile uno slittamento. «Bisogna aspettare il parere tecnico dell’Istituto superiore di sanità».
  • Invalsi e alternanza scuola lavoro saranno obbligatorie per l’ammissione all’Esame? La Ministra potrebbe già rispondere oggi oppure attendere che si prenda una decisione sulla data di rientro a scuola.
  • La Seconda Prova sarà fatta dalle commissioni e non dal Miur a livello nazionale? È solo un’ipotesi e per cambi strutturali nell’Esame di Stato probabilmente dovremmo attendere ancora qualche settimana, per capire come evolverà la situazione.

Per approfondire, leggete anche:

(Foto Credits: Pixabay)

Alice Giusti
Aspirante Jane Austen sin dalla tenera età, vivo con la valigia sempre pronta. Oggi Londra, domani Parigi, viaggio fisicamente o con la mente, basta un po’ di buona musica, un classico o una serie tv storica per farmi sognare. Appassionata di tutto ciò che è British, per vivere scrivo e mi piace talmente tanto che alla fine, mi sa, scrivo per vivere.
Leggi altri articoli in News Maturità Maturità