Condividi
Test Medicina 2020, ecco perché il metodo WAU! ti aiuta a superare il test (senza illuderti)
Condividi su

Test Medicina 2020, ecco perché il metodo WAU! ti aiuta a superare il test (senza illuderti)

Di Alice Giusti
pubblicato il 25 giugno

Non esistono modi magici per superare il test di Medicina, ma lo studio da solo non basta: abbiamo intervistato Alessandro Lai, fondatore di WAU!, che ci spiega perché il metodo da lui sperimentato in prima persona aiuta gli studenti a superare la prova a numero chiuso!

Test Medicina 2020, ecco perché il metodo WAU! ti aiuta a superare il test (senza illuderti)

Come prepararsi al Test di Medicina 2020: «Prima regola? Rivoluzionare il metodo di studio appreso a scuola»

La storia di Alessandro Lai è comune a tantissimi studenti che affrontano il Test di Medicina ogni anno, ma con un finale tutto da leggere. Appassionato di medicina, deciso a superare la prova a numero chiuso, Alessandro studia molto nell’ultimo anno di superiori per arrivare a sostenere il test. La sua preparazione è ottima, la sua conoscenza teorica di tutte le materie scientifiche pure, quindi Alessandro è sicuro di non aver problemi. E invece, per un solo punto e mezzo, non entra a Medicina e Chirurgia. Deluso e amareggiato, dopo lo sconforto iniziale, Alessandro decide di non arrendersi. Riprende il test da lui fatto e cerca di capire perché non lo abbia superato. E la risposta è una sola: il metodo di studio che si apprende alle superiori non funziona per questo tipo di test, che è concepito con una logica diversa (molto americana) sconosciuta agli studenti italiani. Decide quindi di rivoluzionare il suo metodo di studio; l’anno dopo si ripresenta al test e lo supera benissimo. È il 2009. Nasce così WAU!, che da oltre dieci anni aiuta gli studenti a superare il Test di Medicina. Il 70,9% dei corsisti del corso completo supera infatti il test. Ma qual è il segreto del successo? Lo abbiamo chiesto direttamente ad Alessandro Lai, fondatore di WAU!.

Non perdere anche:

Prepararsi al test di Ingresso di Medicina con WAU!: le caratteristiche che rendono il metodo unico secondo Alessandro Lai

D: Ciao Alessandro, come ti sei convinto che ci fosse un metodo preciso e replicabile per superare il test di Medicina?

Tutto è partito da una mia esperienza personale, che però ho voluto consolidare e sperimentare più volte. Dopo aver fallito il test la prima volta, mi sono iscritto a Biotecnologie per un anno, ma durante le lezioni, preparavo quiz per esercitarmi per il test di Medicina dell’anno successivo. Alcuni miei compagni, incuriositi, hanno iniziato a provare i quiz e crearne di loro, per poi raccoglierli tutti e avere una bella quantità di domande a cui rispondere e con cui esercitarsi. Alla fine, ho chiesto a un mio amico informatico di mettere i quiz su un software. Risultato? Io e tutti i miei compagni abbiamo superato il test di Medicina a settembre. E se questo non bastasse, nei successivi 3 anni ho provato a rifare il test, posizionandomi sempre nei primi posti in graduatoria.

D: Perché, secondo te, lo studio delle superiori non aiuta a superare il test di Medicina? 

Avere una base di conoscenza teorica è importante, ma se l’obiettivo è superare il test, bisogna capire come questo è strutturato. Il sistema didattico italiano è molto incentrato sulla teoria, sull’ampiezza delle conoscenze e sulla capacità anche soggettiva di critica e ragionamento. La struttura dei quesiti del test di Medicina è invece di stampo americano, in cui è necessario avere conoscenze specifiche e mirate per capire la differenza tra risposte simili. In sostanza, ho capito che:

  • Non serve studiare tutto, ma solo gli argomenti contenuti nel bando
  • Non dovevo studiare da solo perché avevo bisogno di feedback
  • Dovevo fare molta più pratica con i quiz

D: Quali sono quindi i punti di forza di WAU!?

WAU! è oggi una scuola che ha l’obiettivo di semplificare e rendere più divertente l’apprendimento. Il mio desiderio era proprio quello di rivoluzionare tutto il sistema scolastico e di creare una scuola che ti aiutasse non solo a superare il test di Medicina, ma anche a vivere un’esperienza indimenticabile insieme a una community di futuri colleghi. 

I punti chiave del metodo di WAU! sono infatti i seguenti:

  • Attività dinamiche. Diamo spazio ad attività interattive e diverse dall’insegnamento in classe in cui l’insegnante spiega e l’alunno ascolta passivamente seduto a un banco. E diamo tanto spazio alla pratica.
  • Learning by teaching. Insegnare è uno strumento valido per imparare: quando cerchi di spiegare qualcosa a qualcuno ti rendi subito conto delle tue lacune, di cosa migliorare…
  • Peer-to-peer education, ossia educazione tra pari. Per WAU! la collaborazione tra aspiranti medici è importantissima: coloro con cui si studia saranno sì concorrenti al test di Medicina, ma saranno potenzialmente i nostri colleghi. Con questo metodo quindi è facile ricevere feedback, imparare il lavoro di squadra, sostenersi a vicenda e trovare anche dei nuovi amici con cui studiare è più divertente.
  • Tecnologie innovative. Noi ci avvaliamo di realtà virtuali (es. per entrare direttamente nel corpo umano e studiare anatomia), corsi online e intelligenza artificiale per creare delle simulazioni di test adatte a ogni livello di preparazione dello studente.

Come si è trasformata WAU! negli anni?

Dopo aver superato il test, ho creato una piattaforma e-learning per aiutare gli studenti a superare il test di Medicina con tanti quiz e simulazioni. WAU! nasce ufficialmente nel 2013, per riunire tutti gli studenti che studiavano online: abbiamo avuto subito 6000 iscritti. Quall’anno, tra l’altro, il test di Medicina venne anticipato ad aprile e il nostro primo corso, iniziato a gennaio, durò quindi solo due mesi: 48 su 50 studenti del corso furono ammessi a Medicina e Chirurgia. 

Oggi WAU! è una scuola con un metodo innovativo e adattabile alle nuove generazioni. Contiamo 40mila iscritti e una rete nazionale creata in sinergia con i migliori docenti italiani e con alcuni partner come:

  • Tutor Up in Campania
  • Accademia del test in Puglia
  • Study for Fun in Calabria

Abbiamo anche una nostra serie di manuali pubblicati da Edizione Simone, tra le più importanti case editrici di testi per la preparazione ai concorsi pubblici.

D: Quanti studenti che studiano con voi oggi superano il test di Medicina?

Noi offriamo varie tipologie di corsi (online e in presenza). Stando ai dati degli ultimi due anni, sappiamo che tra coloro che frequentano il nostro corso completo, il 70,9% degli studenti supera il test. 

D: Come garantite di non offrire false illusioni agli studenti disperati nel voler superare il test di Medicina?

WAU! non promette mai di farti superare il test, ma di farti arrivare al test di Medicina al massimo delle tue potenzialità di quel momento. Non tutti gli studenti hanno la stessa preparazione di base, lo stesso tempo da dedicare allo studio, la stessa determinazione etc. I fattori sono tanti ma noi ci teniamo a essere trasparenti: il primo step in WAU! è fare una simulazione di test per valutare il tuo livello di partenza. Da qua strutturiamo un piano didattico personalizzato con molte esercitazioni da fare per valutare il livello di crescita e continui feedback. Lo studente, quindi, è consapevole del livello con cui arriva ad affrontare il test di Medicina. 

D: Il test di Medicina 2020 sarà il 3 settembre: avete corsi estivi in programma?

Abbiamo la Summer School in partenza il 27 luglio che sarà quest’anno interamente online. Si tratta di una vera e propria scuola virtuale, della durata di 30 giorni, in cui ogni studente avrà un avatar che potrà girare per la scuola, chattare con compagni e docenti, e andare nell’aula per seguire la videoconferenza che gli/le interessa. All’inizio, gli studenti sono divisi, in base al loro livello, in 3 classi: livello base, intermedio e avanzato. Trovate qua tutti i dettagli: https://wauniversity.it/offerta/summerschool-wau-superare-test-medicina/

Per conoscere tutte le attività e i corsi di WAU! e scaricare i materiali per prepararvi al test di Medicina (c’è uno sconto con ScuolaZoo), andate qui! 

Leggi anche:

Alice Giusti
Aspirante Jane Austen sin dalla tenera età, vivo con la valigia sempre pronta. Oggi Londra, domani Parigi, viaggio fisicamente o con la mente, basta un po’ di buona musica, un classico o una serie tv storica per farmi sognare. Appassionata di tutto ciò che è British, per vivere scrivo e mi piace talmente tanto che alla fine, mi sa, scrivo per vivere.
Leggi altri articoli in News Test d'Ingresso Test d'Ingresso