Analisi del testo Prima Prova Maturità 2018: autore, traccia e domande
Condividi su

Analisi del testo Prima Prova Maturità 2018: autore, traccia e domande

Di Redazione ScuolaZoo
pubblicato il 10 settembre

Analisi del testo Maturità 2018: se volete riuscire a consegnare lo svolgimento perfetto alla Prima Prova, ecco la guida e i consigli da non perdere!

Analisi del testo Prima Prova Maturità 2018: autore, traccia e domande

Analisi del testo Prima Prova Maturità 2018

L’anno scolastico 2017/2018 è appena iniziato, ma gli studenti di quinta superiore devono già prepararsi psicologicamente ad affrontare il grande nemico di questo anno: la Maturità 2018. La Prima Prova è quella che in genere spaventa meno gli studenti, ma essendo il primo scritto da sostenere l’ansia sarà alle stelle! Per questo motivo, è bene arrivare preparati al 20 giugno, data della prima prova, e iniziare a pensare ai possibili autori che il Miur potrebbe scegliere per l’analisi del testo, una delle tracce dello scritto d’italiano dell’Esame di Stato (Tipologia A).

Pronti? Noi di ScuolaZoo abbiamo raccolto 4 consigli infallibili e il tototema con le tracce possibili per capire quale sarà l’autore e per riuscire al meglio nell’analisi del testo a prescindere da quali saranno la traccia, l’autore e le domande in modo da capire una volta per tutte come si fa l’analisi del testo (in fondo basta solo capire lo schema, e poi è tutto in discesa!)
Troppo bello per essere vero? Eppure è così! Ricordati che la Tipologia A può sembrare difficilissima, ma in realtà va solo presa nel modo giusto. In realtà, infatti, l’analisi del testo è la traccia ideale per chi vuole superare indenne la Prima Prova pur non essendo portato per temi, saggi brevi e articoli di giornale vari.

Non perdere:

Avete bisogno di aiuto per lo svolgimento delle tracce della Prima Prova 2018? Non perdetevi:

analisi del testo_maturità

Prima Prova Maturità 2018, analisi del testo: guida allo svolgimento

Dunque, vediamo quali sono le domande che dovete porvi il giorno della Prima Prova 2018 quando vi troverete di fronte la traccia dell’Analisi del Testo. Sappiamo che quel giorno avrete fretta che più fretta non si può, ma dopo aver letto le tracce dovrete comunque prendervi qualche minuto per scegliere quale svolgere e da questa scelta dipenderà buona parte del voto. Quindi è molto meglio non essere precipitosi.

Fate un bel respiro, leggete il brano scelto dal Miur, focalizzatevi sulle nozioni che ricordate dell’autore e dopo fatevi le seguenti domande:

  • Conosco bene l’autore?

    Sembrerebbe banale da dirsi, ma abbiamo avuto esperienza di ragazzi che hanno fatto analisi del testo senza avere la benché minima idea di chi fosse l’autore. Provateci a vostro rischio e pericolo, ma noi ve lo sconsigliamo vivamente.
    Fanno eccezione a questa regola solo gli autori particolarmente moderni come ad esempio Magris o Caproni (usciti rispettivamente all’analisi del testo della Prima Prova 2015 e della Prima Prova 2017). In questo caso basta rendersi conto di capire molto bene il brano e di essere in grado di rispondere alle domande.
    Nota Bene: con “conoscere l’autore” intendiamo che dovete riuscire a collocarlo temporalmente e conoscere abbastanza bene anche le sue opere.

  • Conosco bene il periodo storico?

    Come tutti sappiamo, purtroppo, l’ultima domanda dell’analisi del testo richiede sempre (o quasi) di collegare altri autori della stessa corrente o di correnti vicine. Prima di fiondarvi sulla traccia, quindi, vi consigliamo di leggere per bene l’ultima domanda e vedere se vi viene già in mente qualcosa da scrivere, altrimenti evitate.

  • Capisco il brano che devo analizzare?

    Non è detto che il brano che vi verrà presentato sia già stato analizzato durante l’anno scolastico. Molto probabilmente verrà da autori che avete fatto, quindi vi consigliamo di leggervelo con calma e cercare di capire tutto quello che vi verrà poi chiesto nelle domande. Se a un certo punto al posto dei soliti caratteri vi sembra di scoregere degli ideogrammi giapponesi, siete ancora in tempo per cambiare.

  • Riesco a fare la parafrasi o il rassunto?

    Riassumere il brano della Tipologia A o farne la parafrasi in caso di testo poetico, non è un gioco da ragazzi. Può sembrare la cosa più facile, ma in realtà è la più insidiosa. Il trucco in questo caso sta nel cercare di capire se si è in grado e poi, in un secondo momento, procedere con molta calma, magari dopo aver risposto alle domande (anche perché a volte le domande possono essere utili per capire quali sono le tematiche che non devono essere escluse dal riassunto o per parafrasare qualche verso particolarmente antipatico!).

Analisi del Testo Prima Prova 2018: autori e tracce possibili

Ecco alcune tracce svolte per ripassare con noi gli autori più importanti e più attesi:

Analisi del Testo Prima Prova 2017: autori e tracce degli anni precedenti

Alla Maturità 2017, la scelta dell’autore dell’Analisi del testo in Prima Prova  è stata singolare: il Miur ha puntato sui “Versicoli quasi ecologici” di Giorgio Caproni, un autore quasi mai studiato sui banchi di scuola. Per sapere tutto sulla prova e le risposte alle domande e lo svolgimento dell’Analisi del Testo dello scorso anno, per esercitarvi in vista della Maturità 2018, consultate le nostre risorse:

Prima Prova Maturità 2018: tutto sulle tracce

Se pensi che non sceglierai l’analisi del testo il giorno della Prima Prova, allora non puoi perderti le nostre guide allo svolgimento delle altre tracce per sopravvivere alla Maturità 2018. Le trovi qui:

Volete restare aggiornati su tutte le novità della Maturità 2018 e confrontarvi su dubbi, ansie, speranze con altri maturandi? Venite a trovarci nella nostra Pagina Facebook e sul nostro Gruppo Facebook!
Buona maturità!

Redazione ScuolaZoo
Leggi altri articoli in Prima Prova Maturità Maturità