Condividi
Prima Prova Maturità 2019: tutto su tracce, autori e svolgimenti
Condividi su

Prima Prova Maturità 2019: tutto su tracce, autori e svolgimenti

Di Isabelle Giacometti
pubblicato il 19 giugno

Prima Prova 2019: nuove tipologie d’esame, guida allo svolgimento delle tracce, cosa sapere sulle simulazioni e tutto sul primo scritto di Maturità 2019 dopo la riforma del Miur.

Prima Prova Maturità 2019: tutto su tracce, autori e svolgimenti

Prima Prova 2019: cosa sapere sull’esame di Maturità di italiano

La data di Prima Prova di Maturità 2019 è alla fine giunta: oggi, mercoledì 19 giugno, i maturandi del 2000 affronteranno le nuove tracce e tipologie di temi introdotte con la Riforma del Miur. Seguite qui il live di ScuolaZoo:

Avete ancora un po’ di tempo per dedicarvi al tototema, ma anche per ripassare le regole per affrontare analisi del testo (tipologia A), testo argomentativo (tipologia B) e tema di attualità (tipologia C) ed esercitarsi con gli svolgimenti, gli autori, le ricorrenze, gli anniversari e le tematiche di attualità che il Ministero potrebbe scegliere per le tracce di Prima Prova Maturità 2019. Non perdete anche le simulazioni e tutti i nostri temi svolti. Inoltre, vediamo anche come cambiano i punteggi e qual è la nuova struttura della prova di italiano.

In questo articolo troverai:

  • Tototema
  • Come cambia la Prima Prova con la Riforma della Maturità
  • Quanto dura la prima prova
  • Cosa portare 
  • Le tipologie di tema con descrizione di ognuna
  • Simulazioni, tracce svolte e temi degli anni scorsi
  • Come funzionano voto e griglie di valutazione

Ungaretti è il primo autore di Maturità 2019: qui trovate tutto su di lui e la traccia.

Tototraccia Prima Prova Maturità 2019: i temi del Miur

Chi di voi non vorrebbe conoscere in anticipo le tracce del Miur e l’autore scelto per la Prima Prova 2019? Purtroppo noi di ScuolaZoo non possiamo accontentarvi, in compenso abbiamo diverse ipotesi sugli argomenti più probabili per le varie tipologie alla Maturità 2019. Scoprite qui tutte le possibili tracce e quale autore potrebbe scegliere il Miur per lo scritto di italiano all’esame di Stato:

Maturità 2019 Miur: come cambia la Prima Prova con la riforma?

Il Miur, con la riforma dell’esame di Stato, non ha risparmiato nemmeno la Prima Prova di italiano: alla Maturità 2019 le cose cambiano anche per lo scritto di italiano. Le principali novità riguardano le tipologie di tracce, l’autore dell’analisi del testo e il voto della Prima Prova. Vediamo i cambiamenti della riforma nel dettaglio:

  • Autori analisi del testo: alla Prima Prova di Maturità 2019 il Miur, le tracce di analisi del testo sono due e quindi anche gli autori. Non saranno inclusi solo scrittori e poeti del Novecento ma dall’Unità d’Italia a oggi.
  • Tipologie di Tracce: non sono più 4, ma 3, per un totale di 7 tracce – analisi del testo (2 tracce), testo argomentativo (3 tracce) e tema di attualità (2 tracce).
  • Voto Prima Prova: lo scritto di italiano, a partire dalla Maturità 2019, vale 20 crediti sul voto finale dell’esame di Stato.

Per saperne di più sulle modifiche del Miur a saggio breve e autori in seguito alla riforma della Maturità 2019, leggete:

Maturità 2019: quanto dura la Prima Prova?

Non sono pochi ad aver dubbi sulla durata della Prima Prova 2019. Il tempo a disposizione per svolgere le tracce di Maturità non è stato confermato con la riforma del Miur, quindi per ora, alla data della Prima Prova, avete ben 6 ore per scrivere il vostro tema o fare l’analisi del testo.
Nel caso in cui finiate prima potete comunque uscire dall’aula dove si svolgerà l’esame di italiano, ma non prima che siano trascorse 3 ore dall’inizio della Prima Prova 2019.
Ad ogni modo, proprio perché avete molto tempo, gestite bene lo svolgimento delle tracce del Miur: non siate né troppo frettolosi, né troppo lenti e rileggete il vostro testo!

Prima Prova Italiano 2019: cosa portare il giorno della Maturità

Alla Prima Prova di Maturità 2019 è indispensabile avere tutto il materiale occorrente per svolgere l’esame. Se non vi è chiaro cosa bisogna portare alla data della Prima Prova 2019, l’elenco qui sotto è ciò che fa al caso vostro:

  • Carta d’identità: da portare a tutti gli scritti, serve nella fase di registrazione dei candidati.
  • Dizionario di italiano: è il vostro unico e più grande alleato durante la Prima Prova di Maturità 2019. Potete infatti usarlo per trovare dei sinonimi, per controllare il significato di alcuni termini e come si scrivono alcune parole, evitando così tragici errori di ortografia che abbasserebbero il voto del vostro esame di italiano.
  • Penna (nera o blu): vi servirà per scrivere i vostri temi di Prima Prova 2019 o risposte alle domande dell’analisi del testo. Vi consigliamo di portarne almeno due nel caso in cui una si scarichi o un vostro compagno, in preda all’ansia per la Maturità, se ne sia dimenticato.
  • Matita: è sempre meglio averla con sé anche il giorno della Prima Prova dell’esame di Maturità 2019, ma ricordatevi che le scritte a matita sui fogli dell’esame di italiano non sono valide!

Nella lista di cose da portare alla Prima Prova di Maturità 2019 mancano i fogli protocollo! Non si tratta di un errore, infatti è la commissione d’esame che ve li procurerà, sia per la brutta che per la bella copia del tema di Prima Prova 2019, con tanto di timbro del Miur.

Maturità 2019: tutte le tipologie di Prima Prova

Alla Prima Prova 2019 i candidati dovranno svolgere una delle 7 tracce scelte dal Miur. I temi di Maturità dello scritto di italiano sono suddivisi da quest’anno in 3 tipologie:

  • Tipologia A: Analisi del testo (2 tracce)
  • Analisi e produzione di un Testo argomentativo (3 tracce)
  • Riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità (2 tracce)

Le tipologie di prova potranno essere in ambito artistico, letterario, filosofico, scientifico, storico, sociale, economico e tecnologic

Queste invece erano le 4 tipologie fino allo scorso anno:

  • Tipologia A: analisi del testo (prosa o poesia)
  • Tipologia B: saggio breve / articolo di giornale
    Questa tipologia comprende 4 ambiti corrispondenti ad altrettante tracce d’esame: artistico-letterario, socio-economico, storico-politico, scientifico-tecnologico
  • Tipologia C: tema storico
  • Tipologia D: tema di attualità

Ogni tipologia di Prima Prova 2019 richiede uno stile di scrittura diverso; qui di seguito trovate la guida allo svolgimento di tutte le tracce di Maturità.

Analisi del testo Maturità: guida e tracce per la Prima Prova 2019

La tipologia A della Prima Prova dell’esame di Stato corrisponde all’analisi del testo. Alla Maturità 2019, vi troverete davanti due testi (poesia o prosa) tra cui scegliere, poi dovrete leggere attentamente un brano e rispondere ad alcune domande (chiuse e aperte) volte a verificare il vostro livello di comprensione ed analisi critica di un testo. La Tipologia A è stata così modificata dalla riforma:

  • due tracce invece di una;
  • autori circoscritti al periodo storico che va dall’Italia unita ad oggi;

Molti maturandi ritengono che l’analisi del testo sia la traccia più facile, ma non fatevi ingannare! Ecco alcune cose da ricordare sulla tipologia A alla Prima Prova 2019.

  • Alla Maturità 2019 scegliete l’analisi del testo se conoscete uno degli autori della prosa o poesia o se avete già studiato il brano della traccia di Prima Prova.
  • Prima di optare per la tipologia A leggete attentamente le domande delle tracce e il brano proposto dal Miur: siete in grado di rispondere ai quesiti d’esame?
  • Soprattutto nel riassunto del testo, evitate di strafare usando paroloni di cui non sapete bene il significato o ipotizzando interpretazioni troppo personali.

Qui trovate gli esempi di analisi del testo per la Maturità 2019 pubblicati dal Miur:

Testo Argomentativo Maturità 2019 Prima Prova: tutto sulla tipologia B

La tipologia B della Prima Prova di Maturità ha subito un forte cambiamento: se prima si poteva decidere se fare il saggio breve o l’articolo di giornale su una delle tracce scelte dal Miur, da quest’anno dovrete svolgere un testo argomentativo, scegliendo tra le 3 tracce proposte, riguardanti l’ambito artistico, letterario, filosofico, scientifico, storico, sociale, economico e tecnologico. Vi sarà chiesto di svolgere un tema argomentativo basandovi su un estratto o un testo completo, da cui estrapolare le vostre considerazioni e interpretazioni. Detto ciò, non perdetevi i nostri consigli per svolgere la tipologia B alla Maturità 2019:

  • Leggete accuratamente il testo della traccia e ricordatevi di citarlo correttamente nel vostro testo argomentativo.
  • Nel vostro tema argomentativo di Prima Prova 2019 presentate sia tesi che antitesi, motivando ciascuna attraverso i documenti del Miur e le vostre conoscenze personali.
  • Qual è il vostro parere sull’argomento della traccia che avete scelto? Spiegate quale delle tesi sostenete e perché.

Tipologia C Maturità 2019: tutto sul tema di attualità

La terza tipologia, cioé la tipologia C, delle tracce di Prima Prova sarà il tema di attualità. Con questa tipologia vi verrà chiesto di produrre un testo che rappresenti una vostra riflessione, di carattere espositivo, su un tema attuale. Tutto ciò che dovrete fare è scrivere un tema che si basi sulle vostre conoscenze o che eventualmente sia supportato da eventuali testi che vi verranno forniti in allegato con la traccia, finalizzati a darvi degli spunti. Ecco alcune dritte se doveste scegliere il tema di attualità alla Maturità 2019:

  • Fate una scaletta: vi aiuterà ad impostare il vostro tema di ordine generale alla Prima Prova.
  • Inserite le vostre conoscenze personali: oltre a ciò che avete sentito da giornali, tv, social etc. cosa sapete sull’argomento di attualità di Maturità 2019? Più scrivete e più dimostrerete il vostro interesse per il tema affrontato nella traccia, purché le informazioni vengano da fonti affidabili.
  • Date spazio alle vostre opinioni: in questo caso il vostro parere sull’argomento del tema di attualità conta e anzi è ciò che farà la differenza nel voto della Prima Prova.
  • Non andate fuori traccia: quando svolgete il vostro tema di ordine generale alla Prima Prova 2019 non dimenticatevi di rispondere a tutte le richieste del Miur presenti nella traccia d’esame.

Simulazioni Maturità 2019: tracce svolte

I mesi di febbraio e marzo sono stati importantissimi per la preparazione della nuova Maturità 2019. Il Miur ha infatti scelto due giornate di simulazioni di Prima Prova 2019 nazionali – il 19 febbraio e il 26 marzo – durante le quali i maturandi hanno potuto familiarizzare con le nuove tipologie di traccia. Inoltre, la simulazione è utile ai professori che possono capire come correggere la Prima Prova utilizzando le griglie di valutazione nazionali e al Ministero che può così “aggiustare” il livello delle tracce in base alla preparazione degli studenti.

Qui trovate le tracce svolte scelte dal Miur nelle due giornate di simulazione per la Maturità 2019:

Voto Prima Prova: quanti crediti vale alla Maturità 2019?

La riforma dell’esame di Stato del Miur ha cambiato anche la distribuzione dei crediti che compongono il voto finale di Maturità 2019. Il voto sarà così strutturato:

  • Crediti Formativi. Massimo 40 punti, rispetto ai 25 degli scorsi anni.
  • Voto delle prove scritte. Massimo 20 punti per ognuna delle due prove scritte, per un totale di 40 punti.
  • Voto prova orale. Massimo 20 punti dati dal colloquio con la commissione.

La commissione può attribuire 5 punti extra a chi abbia ottenuto almeno 30 crediti formativi nel corso del triennio e almeno 50 punti complessivi totalizzti nelle prove scritte e in quella orale.

Voto Maturità 2019: come funzionano le griglie di valutazione

Il Miur ha comunciato che verranno fornite delle griglie di valutazione uniche alla commissione. Ciò permetterà una correzione limpida e, tendenzialmente, equa. Le griglie di valutazione serviranno a rilevare le conoscenze e le abilità acquisite dagli studenti e le competenze nell’impiego dei contenuti disciplinari. Per ora non sono ancora state diffuse ma il Ministero prestò ci aggiornerà anche su questo. Se volete approfondire, qui trovate tutte le informazioni:

Maturità 2019 Prima Prova: tracce d’esame del Miur e temi svolti degli anni precedenti

Per avere un’idea di cosa vi aspetta all’esame di Stato 2019, può esservi d’aiuto scoprire quali tracce ha scelto il Miur per la Prima Prova di Maturità 2018. Siete curiosi di sapere chi è l’autore dell’analisi del testo dello scorso anno e l’argomento di attualità deciso per lo scritto di italiano? Ecco i temi svolti per tutte le tipologie d’esame della Maturità 2018 che potete anche svolgere per esercitarvi in vista della Prima Prova 2019:

(Crediti immagini: Pixabay)

Isabelle Giacometti
21 anni, mille progetti e il resto della vita per realizzarli. Scrivere è diventata una passione dal primo tema in cui ho preso 'ottimo' alle elementari... da cocca della maestra a giornalista direi che è un bel salto di qualità! Adoro il rosa e l'autunno, non vivo senza caffè e senza penna. Una frase che mi rappresenta? "Omnes optimi insani sunt" ovvero "tutti i migliori sono matti", ovviamente in latino, da brava (ex) classicista. Laurea in progress.
Leggi altri articoli in Prima Prova Maturità Maturità