Condividi
Maturità 2019, cambia tutto l’Esame: le novità del Miur da conoscere
Condividi su

Maturità 2019, cambia tutto l’Esame: le novità del Miur da conoscere

Di Selena
pubblicato il 04 ottobre

Riforma Maturità 2019: le novità per il nuovo esame di Stato 2018, come cambiano Prove Scritte, crediti scolastici, i requisiti di ammissione e il punteggio finale con la circolare del Ministro Bussetti.

Maturità 2019, cambia tutto l’Esame: le novità del Miur da conoscere

Nuova Maturità 2019: il MIUR modifica l’Esame di Stato, le novità definitive

Scordatevi tutto quello che sapevate sull’Esame di Stato: la nuova Maturità 2019 è completamente diversa! Il Miur, oggi, giovedì 4 ottobre, ha finalmente reso nota la circolare in cui elenca tutte le novità introdotte dalla Riforma dell’Esame di Maturità, modificata ulteriormente dal Ministro Bussetti. La Maturità 2019 quindi è pronta! Cosa cambia alla Maturità oltre all’eliminazione della terza prova? Che ne sarà dell’alternanza scuola lavoro, dell’esame orale, della nuova attribuzione di crediti, punteggi e Invalsi ? Ci sono cambiamenti per Prima Prova e Seconda Prova? Scopriamo insieme dal  Ministro Bussetti le novità per la Maturità 2019.

Il Miur ha pubblicato la lista delle calcolatrici ammessi alla Maturità 2019:

Non perdere il calendario del Miur con le date della Maturità 2019:

Maturità 2019: tutti i cambiamenti decisi dal MIUR

Ormai è ufficiale, il Ministro Bussetti ha confermato i cambiamenti inerenti la Maturità 2019: ci saranno due prove scritte invece di tre, più l’orale. Verrà data maggiore attenzione al percorso svolto dai ragazzi nell’ultimo triennio, con un punteggio maggiore assegnato al credito scolastico. Per quanto riguarda la correzione delle prove scritte ci saranno poi delle griglie di valutazione nazionali. Queste sono solo alcune delle novità del MIUR per la Maturità 2019 e in questo articolo le vedremo tutte con ordine e chiarezza. In questo documento rilasciato oggi dal Ministro Bussetti troviamo anche il Documento di lavoro elaborato da una commissione di esperti guidata dal linguista Luca Serianni per la preparazione delle tracce della prima prova scritta, italiano, e le indicazioni per l’elaborazione delle griglie di correzione delle due prove scritte.

Tutti i documenti sono disponibili sul sito www.miur.gov.it.

Maturità 2019: i requisiti di accesso all’Esame di Stato

Per accedere alla Maturità 2019 da quest’anno non saranno requisito di accesso né la partecipazione, durante l’ultimo anno di corso, alla prova Nazionale Invalsi, né lo svolgimento delle ore di Alternanza Scuola-Lavoro, come previsto dal decreto cosiddetto Milleproroghe, recentemente approvato in Parlamento. Cosa serve dunque per essere ammessi alla Maturità 2019?

  • Aver frequentato almeno i tre quarti del monte ore previsto
  • Avere il 6 in ciascuna disciplina, avere la sufficienza nel comportamento. Il Consiglio di classe potrà però deliberare l’ammissione anche con una insufficienza in una disciplina o gruppo di discipline valutate con un unico voto, ma dovrà motivare la propria scelta.

Crediti scolastici Maturità 2019: cosa cambia

 Il voto finale della Maturità 2019 sarà espresso sempre in centesimi, ma giocherà un ruolo fondamentale il percorso di studi. Il credito scolastico maturato nel trienni, infatti, varrà fino a 40 punti su 100. A breve verrà rilasciato un documento che chiarirà le modalità di conversione del nuovo credito in base alle nuove tabelle.

Prove Scritte Maturità 2019: tutte sullo svolgimento

Per questa Maturità 2019 si conferma l’abolizione della Terza Prova e le prove scritte saranno solo due: la Prima Prova di italiano e la Seconda Prova.

Prima Prova Maturità 2019: cosa cambia

La prima prova scritta, italiano, in programma il prossimo 19 giugno, verterà sull’accertamento della padronanza della lingua, le capacità espressive e critiche delle studentesse e degli studenti. I maturandi dovranno fare un elaborato scegliendo tra 7 tracce riferite a 3 tipologie di prove in ambito artistico, letterario, filosofico, scientifico, storico, sociale, economico e tecnologico. Le tre tipologie di prova saranno:

  • Tipologia A (due tracce) – analisi del testo. In questa tipologia la novità principale riguarda il numero di tracce proposte: gli autori saranno due, anziché uno come accadeva fino ad ora al fine di coprire ambiti cronologici, generi e forme testuali diversi. Potranno essere proposti testi letterari dall’Unità d’Italia a oggi.
  • Tipologia B (tre tracce) – analisi e produzione di un testo argomentativo. I maturandi si troveranno davanti ad un singolo testo o un estratto di un testo più ampio e le domande verteranno sull’interpretazione e una riflessione.
  • Tipologia C (due tracce) – riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità. Sarà un vero e proprio tema con tematiche vicine alle esperienze degli studenti.

Qui per approfondire:

Seconda Prova Maturità 2019: cosa cambia

 Il 20 giugno 2018 invece si svolgerà la Seconda Prova scritta che riguarderà una o più discipline caratterizzanti i percorsi di studio. La novità più importante è che saranno previste, secondo la nuova normativa vigente, griglie nazionali di valutazione che saranno fornite alle commissioni per una correzione più omogenea ed equa. Le griglie ci saranno anche per la correzione della prova di italiano.

Trovate qui tutti i dettagli:

Punteggio Finale Maturità 2019: le novità

Il punteggio finale della Maturità 2019 sarà espresso ancora in centesimi. Il credito scolastico arriverà fino a 40 punti mentre alla commissione spettano poi fino a 60 punti:

  • massimo 20 per ciascuna delle due prove scritte
  • 20 per il colloquio.

Il punteggio minimo per la Maturità 2019 resta a 60 punti. La Commissione d’esame può poi integrare il punteggio fino ad un massimo di 5 punti se il candidato ha ottenuto un credito scolastico di almeno 30 punti e un risultato complessivo nelle prove di esame di almeno 50 punti.

Qua trovate tutti i dettagli:

Selena
Sono Selena, giornalista pubblicista appassionata di serie TV e di musica. Scrivo da quando ero bambina e, di nascosto, mi impossessavo della vecchia macchina da scrivere di mia mamma! Lavoro da 10 anni nel mondo del giornalismo e da qualche tempo conduco anche un programma radio.
Leggi altri articoli in News Maturità Maturità